Mentre riprende il dibattito sulla Legge Delega presso la Commissione lavoro e Affari Sociali della Camera dei Deputati, resta al centro del dibattito parlamentare quello che appare come il nodo della separazione tra politiche di assistenza e di previdenza. È infatti partita nella giornata di ieri la discussione in merito al testo di delega inviato in Parlamento dal Governo Renzi, centrato sulla lotta ed il contrasto alla povertà.

Il percorso di esame durerà all'incirca due mesi, come spiega l'On. Cesare Damiano. "Le relatrici del provvedimento, Anna Giacobbe e Ileana Piazzaoni del PD, nei loro interventi, hanno sottolineato l'esigenza di separare nettamente il tema dell'assistenza da quello della previdenza". Per il Presidente della Commissione lavoro "si tratta di un'indicazione preziosa, che va semplicemente tradotta nella cancellazione dal testo di ogni riferimento al tema previdenziale".

Riforma pensioni, rendere operative le dichiarazioni del Governo

Stante la situazione, l'On. Damiano ha spiegato le motivazioni alla base dell'intervento correttivo sul nodo della reversibilità, che ha fatto tanto discutere nelle ultime settimane. "In questo modo rendiamo concrete e operative le dichiarazioni di vari esponenti dell'esecutivo, tra i quali il Premier Renzi, che hanno chiarito di non essere nelle intenzioni del Governo di toccare le pensioni di reversibilità".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Ma la discussione sulla Legge Delega dovrà occuparsi anche di altre tematiche, come quella del sostengo all'inclusione attiva, che mirerà a razionalizzare le erogazioni di welfare attraverso lo strumento dell'Isee, centrato sullo stato del nucleo familiare richiedente. Si tratterà comunque di un lavoro complesso: restano infatti diversi dubbi sulle effettive prestazioni che dovranno essere riviste, posto che l'esecutivo non ha fornito delle indicazioni precise in merito a dove intervenire con l'azione di razionalizzazione.

La preoccupazione è che il tentativo di riordino possa risultare eccessivo, un aspetto che è stato già evidenziato proprio in relazione alle discussioni sviluppatesi con la vicenda della reversibilità delle Pensioni.

Come da nostra prassi, restiamo a disposizione nel caso desideriate aggiungere un nuovo commento nel sito, mentre per ricevere tutte le prossime notizie di aggiornamento sulle pensioni vi ricordiamo di utilizzare il comodo tasto "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto