Mancano pochi giorni all'inizio della Maturità 2016 e in queste ore sul web e sui social impazzano i sondaggi riguardanti il toto tema per la prima prova ufficiale che come sempre sarà quella d'Italiano. Quali sono gli argomenti maggiormente gettonati e quali gli autori che potrebbero essere oggetto di analisi del testo?

Ecco quando inizia la Maturità 2016

Prima di fare un po' il punto della situazione sulle possibili tracce che potrebbero uscire alla prima prova della Maturità 2016, vi diciamo che gli studenti italiani saranno chiamati a sostenere la prova d'Italiano il prossimo mercoledì 22 giugno e come da tradizione questa sarà uguale in tutti gli istituti scolastici.

Diversa, invece, la situazione per la seconda prova dell'Esame di Stato che si svolgerà giovedì 23 giugno, la quale sarà diversa a seconda dei vari istituti: per esempio matematica al liceo scientifico e greco al liceo classico. Successivamente, poi, i maturandi saranno richiamati nuovamente tra i banchi scolastici per affrontare la terza e ultima prova scritta prima del colloquio orale.

Prima prova Maturità: ecco le possibili tracce

Ma torniamo alla prima prova della Maturità 2016 in programma il 22 giugno: quali sono gli argomenti maggiormente gettonati? Nei giorni scorsi si era parlato di una possibile traccia d'attualità riguardante l'ISIS, uno degli argomenti decisamente più caldi dell'ultimo periodo; tuttavia nelle ultime ore questo argomento ha perso un po' colpi e sembrerebbe che tra le tracce che potrebbero essere scelte dal MIUR per il tema d'Italiano potrebbero esserci quelle inerenti alle unioni tra le coppie omosessuali in seguito all'approvazione della legge sulle unioni civili.

Particolarmente gettonato anche il tema sull'immigrazione.

Tra gli autori che saranno oggetto dell'analisi del testo, invece, il più quotato rimane Umberto Eco, recentemente scomparso, così come Eugenio Montale che sembra essere favorito rispetto ad Ungaretti. Rimane l'incognita Dante Alighieri: il sommo poeta, infatti, potrebbe essere oggetto di studio per i maturandi 2016 (anche se in molti preferirebbero di no).