Il messaggio lanciato da Valeria Bruccola, coordinatrice nazionale Adida, è di quelli forti, di quelli che hanno il sapore della battaglia vera, della voglia di rivincita e della voglia soprattutto di lottare contro le ingiustizie che continuano (ancora di più con la riforma Buona Scuola) a minare l'interesse primario della scuola pubblica italiana, quello di garantire l'istruzione nel nostro Paese secondo quanto contenuto nella Costituzione.

Ultime news scuola, 23 settembre: 10.000 docenti in GaE, la più grande vittoria degli ultimi anni

Diecimila docenti inseriti nelle Graduatorie ad Esaurimento, anche se con riserva, non è notizia da poco, anche se naturalmente i media hanno pensato bene di 'occultare' l'informazione per non disturbare il lavoro del ministro dell'istruzione, Stefania Giannini, il quale, durante la propria audizione in Commissione Cultura, mostrava un certo imbarazzo nello spiegare le gravissime situazioni che la scuola si è trovata ad affrontare in questo inizio di anno scolastico.

Adida e Mida l'hanno definita come 'la più grande vittoria degli ultimi anni', una vittoria accompagnata dal silenzio della stampa e della politica ma che avrebbe indubbiamente meritato la prima pagina dei quotidiani e i titoli di testa dei telegiornali. Si tratta di un 'reiterato disconoscimento' di cui sono vittime da anni i docenti supplenti, disconoscimento culminato con l'esclusione dal piano assunzionale straordinario.

Diecimila docenti entrano nelle GaE: 'Al Miur si saranno sentiti male'

'Oggi al Miur qualcuno si sarà sentito male' ha scritto Valeria Bruccola nel post pubblicato su Facebook per commentare la grande vittoria ottenuta grazie alla preziosa collaborazione degli avvocati Bonetti e Delia, da anni impegnati a difendere, di fronte ai Tribunali, i diritti degli insegnanti.

Viene spiegato anche il perchè questo risultato è da considerarsi importante.

Importante perchè va nell'interesse del sistema scolastico ancor prima di quello dei docenti stessi, visto che dopo oltre 10 giorni dall'inizio delle lezioni, le scuole non sono in grado di garantire il regolare svolgimento dell'attività scolastica.Quello dei diecimila docenti inseriti nelle graduatorie ad esaurimento, seppure con riserva, rappresenta probabilmente il risultato più grande mai ottenuto, come sottolinea in conclusione Valeria Bruccola, proprio per il fatto di non aver lasciato nulla di intentato e di aver combattuto 'da soli' contro un destino di oblio professionale che sembrava ineluttabile.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!