Il ministro per le Riforme, i Rapporti con il Parlamento e le Pari opportunità, Maria Elena Boschi, nel quadro della riforma Pensioni, conferma l'impegno dell'esecutivo per la proroga di Opzione donna. Uno dei capitoli della questione previdenziale su cui il ministro si è espresso favorevolmente nei giorni scorsi illustrando le linee programmatiche sulle Pari opportunità, delega che ha ricevuto nelle scorse settimane dal premier Matteo Renzi. Maria Elena Boschi ieri mattina è tornata ad affrontare la questione nel corso di un incontro con una delegazione del gruppo Opzione Donna Proroga al 2018.

L'impegno del ministro Boschi per l'Opzione donna

A raccontare dell'incontro con il ministro Boschi, condividendo delle foto su Facebook, è stata Vania Borboni che - insieme a Francesca Gabutti - oltre al ministro per le Riforme e le Pari opportunità ha incontrato anche il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Tommaso Nannicini, coordinatore del tavolo di confronto con i sindacati sulla riforma pensioni varata nei giorni scorsi con la legge di Bilancio e ora in attesa del via libera del Parlamento e di Bruxelles. "Il Ministro Boschi - spiega la Borboni in un post su Facebook - ha confermato la sua disponibilità a continuare con la proroga e questa sua volontà - ha sottolineato - è stata espressa anche alle Commissioni Lavoro riunite".

La prosecuzione del regime sperimentale per la pensione anticipata delle donne, è stato chiarito, "sarà definita in base ai risparmi". A lanciare l'allarme, invece, su un possibile storno dei fondi destinato alla proroga dell'Opzione donna è stato oggi il capogruppo della Lega Nord in commissione Lavoro alla Camera Roberto Simonetti.

Da superare l'ostacolo della Ragioneria dello Stato

A proposito dell'incontro "tecnico" con il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Vania Borboni ha spiegato nel post pubblicato sulla pagina Facebook Opzione Donna Proroga al 2018 che si è discusso di "eventuali forme di estensione". Naturalmente si devono fare i conti con le risorse a disposizione ammesso che non vengano dirottate, visto che tecnicamente, a quanto pare, è possibile.

Ma non sembra questo il problema. Al di là delle preoccupazioni espresse dalla Lega, "l’unico ostacolo che abbiamo davanti a noi - ha detto Vania Borboni dopo gli incontri con Boschi e Nannicini - è costituito dalla Ragioneria di Stato che ritiene di dover 'conservare' - ha spiegato - le risorse per la cristallizzazione". Il governo si starebbe adoperando per trovare una formula che riesca ad essere ampiamente condivisa come per esempio è quella dell'aumento delle pensioni minime. In questa settimana proseguiranno gli incontri e non mancheranno gli interventi dei parlamentari sulla riforma pensioni e sulla proroga di Opzione donna. "Se sarà necessario - ha scritto Vania Borboni sul social network - indiremo una manifestazione di protesta sotto il Mef".

Anche il ministro per le Riforme e le Pari opportunità sembra intenzionato a spingere per trovare una soluzione. "Come confermato dal Ministro Boschi - ha scritto la Borboni - tutta la politica è con noi".

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!