Nel richiedere spid sono in molti a porsi diverse domande: come fa l'identity provider a verificare l'identità del cittadino che ne fa richiesta? E quale livello di sicurezza scegliere fra i tre? Che differenza c'è? In questo articolo useremo le faq ufficiali del sito www.spid.gov.it per dare risposta a questi dubbi frequenti.

Verifica dell'identità nella richiesta di SPID

D: In che modo il gestore di identità SPID (identity provider) verifica l’identità del cittadino?

R: Le modalità di riconoscimento sono più di una e la scelta spetta al cittadino, in base a quelle offerte dal gestore prescelto.

Nell'insieme è possibile effettuare la verifica tramite l'identificazione a vista (in presenza o in remoto), tramite l'identificazione informatica (documenti come CIE/CNS oppure firma digitale o elettronica qualificata). Il soggetto deve verificare il modo che preferisce e visionare quali gestori consentono quel tipo di identificazione.

Livelli di sicurezza: quali le differenze?

I livelli di sicurezza di SPID sono tre.

D: Quali differenze ci sono fra i 3 livelli di sicurezza delle credenziali SPID?

R: Il primo livello consente l'accesso ai servizi online tramite il nome utente e la password scelti dall’utente stesso. Il secondo livello è indispensabile per chi vuole un maggior grado di sicurezza (fondamentale è il tipo di servizi per cui lo SPID viene utilizzato) e consente di accedere tramite il nome utente e la password scelti dall’utente, con l'aggiunta di un codice temporaneo di accesso.

Il terzo livello, consente l'accesso solo se oltre al nome utente e la password, viene utilizzato un supporto fisico come la smart card. Al momento il terzo livello di sicurezza di SPID non è disponibile. Ricordiamo infine che tutti i dati inseriti al momento della richiesta di SPID non possono essere utilizzati a fini commerciali, né essere ceduti a terzi senza che sia l'utente stesso a fornire l'autorizzazione.

Le autorizzazioni vengono fornite al momento della registrazione, per cui attenti a quali permessi fornite. Entro il 2017 l’intera pubblica amministrazione dovrebbe aderire a SPID. Resta aggiornato su SPID e altre notizie utili sulla scuola cliccando il tasto Segui.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!