Torniamo ad aggiornare le lettrici della nostra rubrica "Parola ai Comitati" con un nuovo post pubblicato da Orietta Armiliato all'interno del Comitato Opzione Donna Social. All'interno del testo, che riportiamo in via integrale per completezza, le rappresentanti delle lavoratrici hanno confermato la propria intenzione di proseguire nel lavoro di sostegno alla politica per la realizzazione di nuove misure di flessibilità previdenziale e di welfare in favore delle donne iscritte. Vediamo insieme il testo del nuovo intervento all'interno del nostro nuovo articolo di approfondimento.

Pensioni anticipate: il Comitato OD Social esprime la volontà di continuare

"Carissime, moltissime di voi hanno aderito attivamente al mio invito ad una riflessione rispetto allo spiacevole fatto che il gruppo che lottava per la Proroga 2018 abbia fatto suoi gli scopi per i quali il nostro Comitato si è formato, creandoci un imbarazzo non di poco conto. Era importante quindi aprire un contraddittorio per valutare la convenienza di proseguire disgiunte o meno un cammino su temi convergenti ma, non ci siamo riuscite: nella realtà questo confronto si è trasformato, per fortuna non da parte nostra, in una opportunità per riversare insulti al nostro indirizzo, per strumentalizzare le nostre parole e manipolare la realtà di quello che era il nostro intendimento; un'occasione persa, non ci resta che prenderne atto.

Molte ci hanno espresso il proprio pensiero scrivendoci in privato, tante altre lo hanno fatto su questa pagina ed altrettante, come era logico fosse, lo hanno fatto sulla pagina del gruppo in questione. Le riflessioni giunte da voi componenti, ci hanno significato la precisa volontà di voler continuare a lavorare con noi e noi, vi ringraziamo per la fiducia dalla quale non vogliamo assolutamente prescindere.

Dunque, andiamo avanti, così come siamo. La volontà di continuare è avallata anche dal fatto che, nell'ambito di chi lavora alle questioni sociali, esistono parti diverse che operano sui medesimi temi ma lo fanno con modi, stili ed indirizzi differenti, noi ci ispiriamo a quelle, ci rimbocchiamo le maniche e, archiviando tutte le cattiverie lette, procediamo. Non possiamo non tenere in considerazione anche un altro fattore ovvero che ci siano più di ottocento persone che, in solo quindici giorni, hanno popolato la nostra pagina aderendo al nostro progetto, progetto che altro non è che fare in modo che le donne possano raggiungere la quiescenza anticipatamente rispetto ai termini vigenti.

Questo ci induce a pensare che vi sia una grande fiducia nei nostri riguardi e nella qualità delle nostre metodologie ed idee, fiducia che non possiamo ne vogliamo disattendere e dunque, anche se rimanesse iscritta una sola donna che crede nella bontà delle nostre azioni e si fida di noi, per quella lavoreremo. Grazie per la stima e per aver compreso il senso di tutto questo e allora avanti ragazze, #proviamocinsieme".

Come da nostra prassi, restiamo a disposizione nel caso desideriate aggiungere un nuovo commento nel sito in merito alle ultime novità che vi abbiamo riportato. Se invece preferite ricevere le prossime notizie di aggiornamento su lavoro e pensioni vi ricordiamo di usare la comoda funzione "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!