Dopo il nostro articolo di aggiornamento sulle ultime novità previdenziali e di welfare inserite in legge di bilancio 2017 torniamo ad informare i lettori in merito ad un nuovo sciopero previsto nella città di Milano per oggi 16/12. Sarà in particolare il personale di ATM Spa aderente al sindacato SOL-COBAS a mobilitarsi per circa quattro ore nella serata odierna. Vediamo insieme tutti i dettagli e le modalità di funzionamento della protesta, assieme alle motivazioni dei lavoratori che hanno portato alla nuova mobilitazione.

Sciopero del personale ATM a Milano del 16/12: le informazioni diramate tramite il comunicato del sindacato

"Appalto TPL Milano: TEMPO...QUASI SCADUTO. Il tempo scorre e, l’inizio dell’iter per il bando di gara del Trasporto Pubblico Locale di Milano e provincia (o ex , ora Città Metropolitana), si avvicina a passi rapidi. Vedendo ahinoi come vanno le cose in giro, e valutando in maniera negativa il silenzio tombale e immobilismo di tutti (sindacati, associazioni utenti del TPL, i partiti tutti nessuno escluso) attorno alla questione, riteniamo non si possa attendere i tristemente noti “giochi fatti”, quindi abbiamo deciso un primo intervento".

Lo si legge all'interno della nota diffusa dal sindacato SOL Cobas - Sindacato Operaio in lotta Cobas. I rappresentanti dei lavoratori sottolineano che la mobilitazione verterà anche su altri temi collegati, come le politiche di concessione delle ferie, le assunzioni con contratto jobs act, i turni di mezzenotti, le pratiche di demansionamento e gli adeguamenti salariali.

Le modalità di attuazione della protesta: info sugli orari

Stanti le premesse appena esposte, i lavoratori aderenti hanno deciso di scioperare con le seguenti modalità:

  • per quanto riguarda il personale viaggiante di superficie, Metropolitana e Agenti di Stazione: dalle 18.00 alle 22.00;
  • gli impiegati e gli operai , gli ausiliari della sosta, i tutor di linea e gli addetti ai parcheggi sciopereranno invece nelle ultime quattro ore del proprio turno.

Infine, il personale viaggiante del servizio etra urbano dalle ore 18 alle 22, mentre il Servizio urbano incrocerà le braccia dalle 16.30 alle 20.30.

Restano comunque garantiti i servizi minimi di emergenza. Il consiglio migliore per i viaggiatori ed in particolare per i pendolari è di organizzarsi in modo da anticipare o posticipare il rientro, qualora previsto in queste fasce orarie.

E voi, cosa pensate in merito a questa nuova mobilitazione? Come da nostra prassi, restiamo a disposizione nel caso desideriate farci conoscere la vostra opinione tramite l'aggiunta di un nuovo commento nel sito. Mentre per ricevere le prossime notizie di aggiornamento su lavoro e pensioni vi ricordiamo di usare la comoda funzione "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!