La notizia arriva direttamente dal sito del sindacato della FLC Cgil: dopo una serie di pressioni da parte dei lavoratori e delle segreterie scolastiche nei confronti del Ministero dell'Istruzione, nel corso della mattinata si è giunti alla proroga tanto sperata.

Il lavoro delle segreterie scolastiche

In questi giorni le segreterie scolastiche di tutta Italia si trovano alle prese con la valutazione delle domande di migliaia di docenti, i quali sono in attesa di completare la procedura di iscrizione alle graduatorie d'istituto per il prossimo triennio 2017/2020. Il termine ultimo per presentare la domanda d'iscrizione alle graduatorie di istituto è stato fissato per lo scorso 24 giugno.

Invece, la valutazione delle suddette domande da parte delle segreterie scolastiche era fissato per il prossimo venerdì 30 giugno, ma c'è una nuova data ultima per la valutazione delle domande perchè proprio stamane si è svolto un incontro tra il sindacato della FLC CGIL e il MIUR. Il meeting era volto a discettare sull'organico ATA. Proprio durante la riunione, l'Amministrazione ha comunicato ai sindacalisti che la data ultima per concludere la valutazione delle domande slitta di una quindicina di giorni, ed è fissata esattamente per il prossimo 13 luglio 2017.

Non si può negare che, a causa delle scadenze striminzite, gli impiegati delle segreterie scolastiche si sono ritrovati con le spalle al muro, dovendo affrontare ritmi di lavoro assurdi, al fine di valutare, nell'arco di una sola settimana, tutte le domande a loro pervenute.

La FLC CGIL si ritiene soddisfatta del risultato a cui si è arrivati e considera questa decisione del MIUR come una "boccata d'ossigeno per i lavoratori" negli uffici scolastici.

Le richieste non finiscono qui

Diversi sindacati combattono ancora per assicurare ai propri iscritti delle migliori condizioni di lavoro perchè, rimanendo sempre nell'ambito dei dipendenti che lavorano nelle segreterie scolastiche, tanti sono i dubbi che si cerca di sbrogliare chiedendo aiuto al MIUR.

Ad esempio, ci si domanda quando arriverà il momento in cui il Ministero dell'Istruzione prenderà atto del fatto che gli organici sono stati decurtati e si è impossibilitati a sostituire il personale assente. E ancora, ci si chiede quando finirà questo stato di emergenza nelle scuole e quando sarò il momento in cui il Ministero si renderà finalmente conto che determinati servizi non sono di pertinenza scolastica, come la compilazione delle graduatorie, le pratiche pensionistiche etc.

Il messaggio finale della FLC CGIL

Vinta la battaglia, il sindacato continua ad assicurare impegni futuri nella totale trasparenza e nel rispetto dei diritti dei lavoratori: personale di segreteria, dirigenti scolastici e docenti precari.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!