È stato pubblicato dal Miur l’atteso bando per le graduatorie scolastiche del personale non docente relative al prossimo triennio 2017-2020. Gli aspiranti alle supplenze del personale amministrativo, tecnico e ausiliario già inseriti in graduatoria nel precedente triennio dovranno compilare il modello D2 per la conferma o l’aggiornamento del proprio profilo. Nello specifico, il modulo (scaricabile dal sito del Miur) dovrà essere compilato da: candidati che intendono confermare l’iscrizione del 2014 senza aggiungere nessun titolo o servizio; candidati che intendono confermare la precedente iscrizione aggiungendo nuovi titoli e/o servizi. In ogni caso, è possibile presentare domanda per una provincia diversa da quella scelta nel triennio 2014-2017.

Pubblicità
Pubblicità

Modello D2, come compilarlo

La prima parte della domanda comprende i dati relativi all’istituto scolastico scelto come ‘capofila’ all’interno della provincia nella quale si chiede di essere inclusi nelle graduatorie ATA di terza fascia. La Scuola capofila è quella che prende in carico la gestione della pratica del candidato. Le informazioni fondamentali da riportare sono il codice meccanografico dell’istituto, la denominazione e l’indirizzo.

Pubblicità

È possibile reperire tali informazioni dal sito del Miur attraverso il seguente percorso: ‘argomenti e servizi- scuola- assunzioni e posizioni economiche- supplenze ATA- graduatorie di circolo e di istituto terza fascia- personale ATA sedi esprimibili’.

La parte successiva (sezione A) si riferisce all’inserimento dei dati anagrafici e di recapito del candidato. Dopo quest’ultima operazione, la compilazione della domanda è differente nel caso di semplice conferma della precedente domanda oppure nel caso di aggiornamento con ulteriori profili e/o servizi.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scuola

Conferma dell’iscrizione

Coloro che devono solo confermare l’iscrizione nelle graduatorie dovranno compilare le seguenti sezioni:

sezione B: è necessario riportare la provincia, la scuola e i profili professionali di precedente inserimento e indicare anche la provincia nella quale si vuole inviare la domanda.

Sezione C3: bisogna barrare la casella relativa ai profili professionali per i quali ci si candida indicando i titoli di studio e le modalità di accesso che erano già state indicate nella domanda del 2014.

Nella casella ‘titolo di studio di accesso’ occorre scrivere X o Y a seconda che si sia in possesso del titolo di studio richiesto dall’attuale ordinamento (X) oppure da un precedente ordinamento (Y). Nella casella ‘modalità di accesso’ si deve inserire la lettera relativa alla propria personale condizione (si vedano le lettere dalla A alla G presenti nella sezione C).

Sezione D2: il candidato deve inserire i titoli informatici già indicati precedentemente e spuntare l’opzione che si riferisce alla dichiarazione della precedente valutazione del titolo informatico indicato.

Pubblicità

Sezioni F1 e F2: la prima prevede di indicare i titoli di preferenza che permettono la precedenza in graduatoria a parità di punteggio; la seconda sezione permette di dichiarare altri eventuali servizi alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni.

Sezione I: comprende tutte le ulteriori dichiarazioni dei requisiti generali imprescindibili per essere inclusi nelle graduatorie.

Aggiornamento dell’iscrizione

Le sezioni da compilare per chi desidera aggiornare la precedente iscrizione nelle graduatorie di terza fascia del personale ATA sono le seguenti:

sezione C1, C2 e C3: nella prima sezione (C1) è necessario riportare la provincia per la quale si presenta domanda (anche diversa da quella scelta in precedenza) e indicare la modalità di accesso (X o Y) insieme ai profili di interesse.

Pubblicità

Nel riquadro C2, invece, il candidato deve barrare l’opzione ‘F’ e indicare anche la scuola che ha gestito la domanda nel 2014. L’ultima parte (C3) deve essere compilata come nel caso di conferma dell’iscrizione.

Sezioni D1 e D2: occorre inserire rispettivamente i titoli di studio (D1) e i titoli informatici (D2) non dichiarati nella precedente domanda del triennio 2014-2017.

Sezioni E1, E2 e E3: relativamente ai titoli di servizio, il candidato deve elencare i servizi scolastici resi come docente o come ATA (E1) e i servizi generici svolti presso pubbliche amministrazioni (E2) non dichiarati nel 2014. La sezione E3 è riservata al servizio civile volontario, nel caso in cui non sia stato dichiarato precedentemente.

Sezione G: deve essere compilata da coloro che hanno presentato contestualmente il modello D4 di depennamento dalle graduatorie provinciali permanenti e/o ad esaurimento e che presentano domanda di inserimento in terza fascia in provincia diversa.

Le sezioni F1, F2 e I sono comuni in entrambi i casi, sia per la conferma che per l’aggiornamento della domanda. Infine, la sezione H è facoltativa e consiste in un riepilogo dei punteggi e dei titoli riportati nelle precedenti parti del modulo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto