Le ultime notizie sulla riforma pensioni, ad oggi, martedì 5 dicembre 2017, riguardano l'acceso dibattito relativo ai temi previdenziali e la spaccatura dei sindacati. Parleremo, inoltre, delle novità che entreranno in vigore il prossimo anno in merito al giorno di pagamento delle Pensioni.

Pensioni 2017, notizie oggi 5 dicembre: dal 2018, novità accredito Inps

Sono in arrivo delle novità per quanto riguarda il pagamento delle pensioni. Infatti, dal 2018, l'erogazione della prestazione non verrà più effettuata il primo giorno bancabile del mese, come avvenuto nel 2017 ma dal secondo: dunque, da gennaio 2018, i pensionati incasseranno la loro pensione con un giorno di ritardo rispetto a quanto avvenuto quest'anno.

Nel caso in cui il secondo giorno bancabile dovesse coincidere con il sabato, i pensionati, che ricevono la loro pensione tramite conto corrente bancario, dovranno attendere sino al lunedì successivo per poter riscuotere l'assegno pensionistico. Così non sarà, invece, per le Poste Italiane che, il sabato, lavorano mezza giornata.

Riforma pensioni 2017, novità oggi: Ugl in piazza contro Legge Fornero e scelte Governo Gentiloni

Intanto, sulla scia della mobilitazione organizzata per sabato scorso dalla Cgil, anche la Ugl farà sentire la propria voce oggi, martedì 5 dicembre: lo slogan è #vietatovivere pensione irraggiungibile.

L'Unione Generale del Lavoro protesta contro il Governo che continua ad ignorare i problemi cardine del nostro Paese oltre a non dare risposte sulle più importanti questioni previdenziali. Il segretario generale Ugl, Paolo Capone, ha sottolineato che, nella protesta odierna, si chiederà il blocco dell'aumento dell'età pensionabile all'aspettativa di vita (oltre alla successiva eliminazione del meccanismo), l'estensione della platea di beneficiari dell'Ape Social, l'inizio di un serio dialogo per l'abolizione della Legge Fornero, il riconoscimento dei lavori di cura e della maternità per le lavoratrici e, in generale, maggior flessibilità nell'uscita pensionistica.

Ultime notizie pensioni, oggi 5 dicembre: Cisl si difende dalle critiche

Se da una parte Cgil e Ugl proseguono la loro battaglia sul tema pensioni, la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, difende la posizione del suo sindacato dalle critiche: “Nessuno riuscirà mai a convincermi che i sindacati non dovevano accettare le risorse che sono state stanziate dal Governo, rinviando così il tutto alla prossima finanziaria - riporta italiannetwork.it - Ora che è partita la campagna elettorale, stiamo ascoltando tante belle proposte e intenzioni ma attraverso l'accordo raggiunto con il Governo, noi siamo riusciti a mettere in sicurezza ventimila persone attraverso il blocco dell'aspettativa di vita.

In più stiamo lavorando affinché venga estesa la platea di beneficiari dell'Ape Sociale'.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!