Governo Conte subito al lavoro sulla riforma Pensioni e il reddito di cittadinanza, due delle priorità dell’esecutivo gialloverde, già inserite nel contratto di programma, su cui punta l’attenzione oggi, subito dopo il giuramento del presidente del Consiglio e dei ministri al Quirinale, il neo ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio. Superamento della legge Fornero, proroga Opzione donna, Quota 100 per tutti, misura in grado di dare risposte anche i lavoratori precoci che reclamano la Quota 41 per l’accesso al pensionamento, così lo potranno fare a 59 anni di età con 41 anni di contributi.

Questo prevede il contratto di governo M5s-Lega e il neo ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico non sembra intenzionato a fare passi indietro. Così come sul reddito di cittadinanza e il salario minimo orario.

Governo Conte, Luigi Di Maio il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico

“E’ ora – ha dichiarato Di Maio dopo il giuramento condividendo una foto con i ministri M5s - di far ripartire il Paese”. Tra le priorità indicate da neo ministro quella di “mettere da parte la Fornero”, uno dei punti su cui il leader pentastellato sarà impegnato personalmente, come su un’altra delle priorità dell’eesecutivo guidato dal premier Giuseppe Conte, cioè quella di “istituire il Reddito di Cittadinanza e – ha scritto Di Maio su Facebook - il salario minimo orario”.

Il capo politico del Movimento 5 stelle appare ottimista: “E lo faremo”, ha detto riferendosi al superamento della legge Fornero e al reddito di cittadinanza, due dei provvedimenti più attesi dal nuovo governo. “Siamo la squadra del Movimento 5 Stelle – ha scritto il vice premier nel post pubblicato oggi sui social network dopo il giuramento dei ministri - nel governo del cambiamento e siamo – ha sottolineato - al vostro servizio”.

Tra le priorità: riforma pensioni, reddito di cittadinanza, salario minimo orario

Ecco chi sono i ministri del Movimento 5 stelle nel Governo Conte, la cui foto è stata condivisa da Di Maio su Facebook: Riccardo Fraccaro ministro ai Rapporti con il Parlamento, Giulia Grillo ministra della Salute; Alfonso Bonafede ministro della Giustizia, Barbara Lezzi ministra del Sud, Danilo Toninelli ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Alberto Bonisoli ministro della Cultura; Sergio Costa ministro dell'Ambiente, Elisabetta Trenta ministra alla Difesa.

Il leader del Movimento 5 stelle - “per festeggiare tutti insieme” la nascita di quello che viene definito “governo del cambiamento” - ha dato appuntamento agli attivisti per domani a Roma, alle ore 19 in piazza della Bocca della verità.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!