Annuncio
Annuncio

Lo scorso venerdì 9 novembre 2018, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il bando del concorso straordinario per infanzia e primaria. Le domande di ammissione al concorso potranno essere inviate mediante l'apposita sezione di istanze Online sino alle ore 23:59 del prossimo 12 dicembre 2018 (si ricorda che per l'inoltro è necessario il codice personale [VIDEO]). Al momento dell'inoltro, il sistema crea un documento in formato pdf della domanda, il quale verrà salvato nella sezione "Archivio", ed una copia verrà anche inviata all'indirizzo di posta elettronica inserito dal candidato.

Il Miur ha pubblicato una infografica di sintesi del concorso straordinario per infanzia e primaria, nella quale sono sintetizzati i requisiti di ammissione (art.6), come inoltrare la domanda (art.

Advertisement

7) e tempi e modi per la pubblicazione delle graduatorie di merito regionali (art.10). Di seguito maggiori informazioni riguardanti l'inoltro della domanda e l'approvazione delle graduatorie di merito regionali, che avverrà entro il 30 luglio 2019.

Inoltro della domanda e le graduatorie di merito regionali

I candidati potranno presentare istanza di partecipazione, in un'unica regione, per una o più delle procedure concorsuali, sia per posto comune sia per sostegno. Si ricorda che, al momento, non ci sono informazioni sulle regioni che presentano più posti disponibili. L'invio della domanda online, prevede che precedentemente sia stata pagata la tassa di partecipazione per i diritti di segreteria del valore di dieci euro per ogni procedura alla quale si richiede di accedere, fino a un massimo di quaranta euro.

Advertisement

Il docente può comunque cominciare a compilare la domanda ma prima di procedere all’inoltro dovrà dichiarare di aver effettuato il bonifico bancario [VIDEO] [VIDEO] sul conto intestato alla sezione di tesoreria, indicando la causale presente nel bando. L'Iban su cui effettuare il bonifico va verificato sul bando di concorso. Sebbene, il concorso straordinario non preveda bocciati, dal momento che la prova orale non è selettiva, al termine della procedura concorsuale saranno formate delle graduatorie di merito regionali, le quali dovranno essere approvate, con decreto del Dirigente dell'Urs, entro il 30 luglio 2019 e poi trasmesse al sistema informativo del Miur. Ad oggi non c'è ancora il decreto per la costituzione delle commissioni esaminatrici del concorso straordinario.