La piattaforma neoassunti.indire.it/2019 è stata attivata lo scorso lunedì 26 novembre 2018. Al momento, i docenti assoggettati all'anno di prova stanno provvedendo a registrarsi per poter effettuare il login di accesso sebbene, per alcuni docenti neoassunti (così almeno si legge nei post pubblicati nel gruppo Facebook dedicato all'anno di prova e formazione 2018/2019), risulti ancora difficile accedere in quanto non hanno ancora ricevuto l'email di conferma per l'attivazione del proprio account.

Pubblicità
Pubblicità

In tal caso, previa verifica di assenza dell'email nella casella SPAM/posta indesiderata, occorrerà contattare il servizio di assistenza, avendo cura di indicare un indirizzo di posta elettronica alternativo a quello di iscrizione, preferibilmente la mail registrata su istruzione.it. Vediamo nel dettaglio insieme al Bilancio delle Competenze Iniziali qual è l'altro documento da compilare nella fase iniziale.

Pubblicità

Il Curriculum formativo, uno dei primi documenti da compilare

Il bilancio Iniziale insieme al curriculum formativo sono i primi documenti che andranno compilati all'interno dell'ambiente online dell'Indire. Avendo già chiarito in altra sede cos'è e come compilare il Bilancio iniziale, adesso tratteremo come compilare il curriculum formativo premesso che l’identità professionale di un docente si costruisce attraverso un lungo percorso che vede l’avvicendarsi di molte esperienze educative e non, alcune in contesti formali, altre in contesti informali.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scuola

La sezione di Indire dedicata al Curriculum formativo ha l'obiettivo di ricostruire la parte più significativa della storia professionale e/o educativa del docente neoassunto. Il Curriculum formativo idealmente dovrebbe essere compilato come prima attività del percorso con lo scopo di ripercorrere la propria vita professionale e tradurre le esperienze più significative in competenze acquisite. Sebbene l'ordine di compilazione non sia tassativo, l'ideale sarebbe prima compilare il Curriculum e solo dopo il Bilancio: tradurre le proprie esperienze risulterebbe così più agevole e armonico.

Per ciascuna esperienza significativa inserita nel Curriculum il docente neoassunto dovrà indicare: Titolo dell’esperienza - (ad esempio: attività di volontariato avvistamento incendi) ▪ Anno di inizio (inclusa la durata) - Descrizione della stessa, che poi risulta essere la sezione più importante, quella dalla quale evincere come l'esperienza stessa abbia agito sul proprio vissuto professionale e personale.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto