La Faib ha indetto uno sciopero dei benzinai dalla serata di oggi 11 dicembre fino al giorno 14 in tutte le province di Toscana e Liguria, dove si prevedono disagi per gli automobilisti che hanno la necessità di fare rifornimento di carburante al proprio mezzo di trasporto a quattro o due ruote.

Pubblicità
Pubblicità

Faib è l'acronimo di Federazione Autonoma Italiana Benzinai. Lo sciopero di tre giorni interesserà gli impianti a marchio Esso, Api-Ip e TotalErg. La protesta della Federazione verte contro la Politica di Italiana Petroli (titolare dei marchi TotalErg e Api-Ip), che di recente ha portato a termine l'acquisizione degli impianti recanti il marchio Esso, con conseguente cessione di ramo di azienda.

Attività di rifornimento sospesa per 3 giorni

Lo sciopero dei benzinai dall'11 al 14 dicembre avrà inizio stasera alle ore 19 e si concluderà alle ore 7.00 del giorno 14 (venerdì, ndr).

Una stazione di carburante chiusa
Una stazione di carburante chiusa

In occasione della protesta indetta dalla Federazione Autonoma Italiana Benzinai, le stazioni di carburante resteranno chiuse. La stessa sorte toccherà anche agli impianti self-service. Gli automobilisti non avranno quindi la possibilità di fare il pieno in nessuno degli impianti interessati dallo sciopero: Esso, Api-Ip e TotalErg. I gestori protestano contro le politiche adottate da Petrolifera Adriatica (marchio Esso) da una parte e Italiana Petroli dall'altra.

Pubblicità

Per quanto riguarda la prima, la Federazione critica il taglio dei margini ai gestori. Contro Italiana Petroli viene invece lanciata l'accusa di sostenere una politica inconcludente e dilatatoria.

Disagi per gli automobilisti di Toscana e Liguria

La Federazione Autonoma Italiana Benzinai ha specificato che lo sciopero dei benzinai riguarderà esclusivamente le regioni Toscana e Liguria. Ad essere interessate dalla mobilitazione che avrà inizio questa sera alle 19.00 saranno le seguenti province:

Toscana

  • Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Pisa, Pistoia, Prato e Siena

Liguria

  • Genoa, Imperia, La Spezia e Savona

In ciascuna provincia delle due regioni interessate dallo sciopero della Faib le stazioni di carburante resteranno chiuse fino alla mattina del giorno 14 dicembre, quando dalle 7.00 in avanti riprenderanno il loro regolare servizio.

Chi ha la necessità di rifornire ha dunque tempo fino alle 19 di questa sera, prima che inizi il maxi sciopero della durata complessiva di quasi tre giorni. Al momento, non si hanno comunicazioni circa un possibile rinvio o una revoca della protesta della Federazione.

Leggi tutto