Nell’ambito della mobilità territoriale, tra i titoli generali valutabili da inserire nella fase di domanda vi è il superamento di un pubblico concorso ordinario ordinario per esami e titoli. Di fatti, il superamento di un pubblico concorso ordinario attribuirà dodici punti.

I titoli valutabili al riguardo sono quelli presenti nella tabella A “Tabella di valutazione dei titoli ai fini della trasferimenti a domanda e d’ufficio del personale docente ed educativo", allegato 2 al CCNI sulla mobilità 2019/22.

Pubblicità
Pubblicità

E' da precisare che il concorso deve dare accesso al ruolo di appartenenza o di livello pari o superiore e che è valutabile un solo concorso. Non è valutabile invece il corso di specializzazione sul sostegno ovvero il tirocinio formativo attivo (TFA), ne tanto meno la partecipazione a concorsi ordinari ai soli fini del conseguimento dell’abilitazione. Vediamo nel dettaglio quando sarà possibile presentare domanda di mobilità per gli altri operatori scolastici.

Non perdere le ultime notizie!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa di più oppure scopri qui tutti i Canali. Ti terremo aggiornato sulle novità che non puoi perderti!
Scuola

Gli esiti delle domande di mobilità per ogni ordine e grado di Scuola si conosceranno comunque il giorno giovedì 20 giugno 2019. I docenti, che otterranno il movimento richiesto, (trasferimento o passaggio di ruolo/cattedra) saranno titolari su scuola.

Domanda di mobilità: educatori e Ata

La domanda di mobilità è volontaria anche per il personale educativo le cui istanze potranno essere presentate dal 3 al 28 maggio 2019. Il personale assistente tecnico amministrativo (ATA) potrà presentare domanda a partire dal prossimo primo aprile sino al termine ultimo del 26 aprile.

Pubblicità

Le domande per i docenti dei licei musicali si concluderanno anche esse il prossimo 5 aprile. I movimenti del personale Ata saranno pubblicati il primo luglio. Gli ultimi docenti che potranno presentare domanda di mobilità dal 12 aprile al 15 maggio 2019 in modalità cartacea saranno quelli di religione cattolica.

Per il prossimo anno scolastico 2019/2020, ai trasferimenti è destinato il 40% dei posti e soltanto il 10% ai passaggi di cattedra e di ruolo.

Infine, precisiamo che nel caso in cui un docente abbia già inviato domanda di mobilità e voglia ritirare la domanda è sufficiente tramite istanze online annullare l’invio. Nel caso in cui un docente intenderà annullare o revocare la domanda dopo il 5 aprile, l'istanza andrà presentata tramite la scuola di servizio o presentata al’Ufficio territorialmente competente entro il 20 maggio 2019. Ad ogni modo la domanda di mobilità andrà corredata da tutti gli allegati necessari richiesti.

Pubblicità

Nel caso in cui non saranno presenti gli allegati le domande saranno comunque accettate ma a punti di partenza zero.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto