Gli amministrati NoiPa già da qualche giorno sono a conoscenza dell'importo del proprio stipendio di marzo 2019, disponibile nell'area personale del sito NoiPa. L'esigibilità invece, come di consueto, avverrà verso la fine del mese. La buona notizia è che però a marzo sarà anticipata al giorno 22, dal momenro che il 23, stabilito dal decreto legge 350/2001, ricade di sabato.

Stipendio di marzo 2019 più basso a causa delle addizionali

Tutti gli amministrati NoiPa conoscono ormai l'importo del proprio stipendio di marzo 2019 e in molti, o quasi tutti, hanno notato una cifra un po' più bassa rispetto ai mesi precedenti.

Questa differenza è dovuta alle detrazioni per le addizionali comunali e regionali che proprio da questo mese "alleggeriranno" gli stipendi fino al mese di novembre 2019 e che sono quantificabili con un'apposita voce visibile sul cedolino, che a breve sarà caricato su NoiPa.

Le addizionali regionali e comunali sono quote aggiuntive di imposta sul reddito che variano in base alla regione, al comune di residenza e al proprio stipendio, e sono applicate per nove mesi all'anno. Per conoscere le aliquote applicate da ciascuna regione, si consiglia di consultare il sito del Dipartimento delle Finanze.

Quando ci sarà l'esigibilità dello stipendio di marzo 2019?

L'allegato 1 del decreto legge 350/2001 stabilisce che la data di esigibilità dello stipendio è il 23 del mese ma a marzo, così come accaduto anche a febbraio, lo stipendio sarà erogato con un giorno di anticipo. Il 23 marzo ricade infatti di sabato, e per questo motivo la rata ordinaria dello stipendio sarà accreditata sui conti correnti degli amministrati NoiPa il giorno venerdì 22.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scuola Pubblica Amministrazione

Relativamente invece all'emissione speciale dei compensi per il personale breve e saltuario e del personale volontario dei Vigili del Fuoco, la data di esigibilità dovrebbe essere il 26 marzo 2019.

Si deve tenere presente inoltre che le date di esigibilità sopra indicate potrebbe subire delle leggere modifiche, dipendenti solo ed esclusivamente dall'istituto di credito utilizzato dagli amministrati NoiPa.

Alcune banche o poste impiegano, infatti, anche uno o due giorni lavorativi per rendere materialmente disponibile lo stipendio, e siccome l'accredito da parte della Banca d'Italia avverrà di venerdì, in molti potrebbero addirittura attendere lunedì 25 marzo per avere nelle proprie effettive disponibilità lo stipendio di questo mese.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto