Il bando di concorso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 4 del 14 gennaio 2020, riguardante l'assunzione di 30 assistenti parlamentari al Senato della Repubblica è in scadenza. Tutti gli interessati a partecipare alle prove di pre-selezione, infatti, potranno presentare la domanda entro il 14 febbraio 2020.

Concorso Senato, scadenza domanda il 14 febbraio

Come ormai noto, il bando è aperto a tutti i cittadini italiani in possesso dei requisiti civili e politici e che abbiano un diploma di istruzione secondaria di primo grado con voto non inferiore a 8/10.

Inoltre, tutti i candidati non dovranno superare i trentacinque anni di età anagrafica e dovranno essere in possesso dei requisiti psico-fisici richieste dalla mansione. Le domande di partecipazione dovranno essere presentate per via telematica entro le ore 18:00 del 14 febbraio 2020. Tuttavia, gli interessati potranno accedere al portale del Senato della Repubblica attraverso il Sistema Pubblico di Identità Digitale e procedere alla compilazione della domanda alla quale andrà allegata la ricevuta di versamento pari a 10 euro, come contributo di partecipazione al concorso.

Stando a quanto riportato dal bando, inoltre, dopo aver compilato la domanda di partecipazione, i candidati dovranno procedere alla stampa della ricevuta che dovrà essere esibita il giorno della prova pre-selettiva.

Previste due prove scritte e le prove tecnico-orali

I candidati che non abbiano ricevuto nessuna comunicazione di esclusione verranno convocati per la prova preliminare che consiste in una serie di 50 quesiti attitudinali a risposta multipla da svolgere in un tempo massimo di 60 minuti.

Tutti i candidati risultati idonei, inoltre, saranno chiamati a sostenere le prove scritte consistenti in quesiti sulla storia d'Italia, sull'ordinamento italiano, sul primo soccorso, sulla sicurezza del lavoro e sulla traduzione di un testo di inglese. Successivamente, i candidati che avranno superato le prove scritte dovranno sostenere le prove tecniche e orali volti ad accertare le reali competenze dei partecipanti, a cui seguiranno gli accertamenti sanitari e la redazione della graduatoria finale di merito che decreterà i vincitori del concorso.

La mansione dell'assistente parlamentare

Tuttavia, i candidati dichiarati vincitori saranno immessi nel ruolo del personale del Senato e avvieranno la carriera di assistente parlamentare. Difatti, si occuperanno dell'organizzazione dell'agenda, delle relazioni esterne, della gestione e dell'archiviazione dei documenti e della redazione degli emendamenti. Inoltre, saranno responsabili delle attività dio coordinamento dei settori di vigilanza, del coordinamento dell'assistenza alle attività degli organi parlamentari e svolgono attività operative di rappresentanza.

Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!