Dopo il Decreto Sanità, parte la corsa alle assunzioni per medici, infermieri e operatori socio-sanitari (Oss): aperte migliaia di posizioni con contratti a sei mesi, ma anche la stabilizzazione a tempo indeterminato per infermieri e operatori sanitari in alcune regioni, tra le quali la Toscana.

Dopo l'apertura del bando di assunzioni nelle regioni Piemonte, Lombardia, Veneto e Puglia, anche la Toscana infatti necessita di circa 2.000 tra infermieri e operatori socio-sanitari e di altri 670 medici specialisti.

Nella maggior parte delle assunzioni, dunque, si tratta di contratti a sei mesi per far fronte all'emergenza sanitaria, ma in alcune regioni, come in Puglia, si è arrivati all'assunzione di 2.149 Oss dallo scorrimento delle graduatorie dei concorsi pubblici.

Assunzioni Toscana medici, infermieri e Oss: atteso bando nei prossimi giorni

Tra le regioni in attesa dell'apertura dei bandi per l'assunzione di medici, infermieri e Oss figura il maxi-piano di reclutamento della Toscana. Infatti, la Regione ha previsto di assumere, con contratti a tempo indeterminato, 2.000 tra infermieri e operatori socio-sanitari.

Le selezioni avverranno secondo le modalità che verranno indicate dalla Regione stessa e, dalle prime indiscrezioni trattandosi di reclutamenti urgenti, le procedure di selezione ed assunzione dovrebbero concludersi nel giro di dieci giorni. Tra le figure ricercate, oltre agli Oss e infermieri, anche 670 medici specialisti dei quali 200 anestesisti, 150 medici dell'emergenza, 300 medici internisti e 20 infettivologi.

Assunzioni Lombardia emergenza sanitaria: già in corsia 650 medici

Le procedure di assunzione di personale sanitario si stanno svolgendo in maniera spedita anche nelle regioni più colpite dall'emergenza sanitaria. Infatti, dopo la pubblicazione del Decreto Sanità nella Gazzetta Ufficiale di lunedì scorso 9 marzo, le assunzioni super-veloci di personale con contratto a tempo determinato (nella fattispecie di lavoro autonomo o di contratti di collaborazione coordinata e continuativa di sei mesi) in Lombardia hanno risposto all'appello del bando regionale già 650 medici, oltre a numerosi infermieri, entrati in servizio a scaglioni già dalla giornata di venerdì 13 marzo.

Tra le candidature, "circa la metà provengono da specializzandi, medici e laureati in medicina", ha fatto sapere Giulio Gallera, assessore al Welfare della Regione Lombardia. Anche il Veneto ha pubblicato il bando pubblico per il reclutamento di medici, specializzandi all'ultimo o al penultimo anno di corso, laureati in medicina che siano abilitati o anche pensionati.

Assunzioni emergenza sanitaria: in Puglia si attende bando per 1.000 infermieri e 600 medici

Nella Regione Puglia, invece, il Governatore Michele Emiliano ha annunciato l'assunzione di 2.149 operatori socio-sanitari che entreranno in servizio con contratto a tempo indeterminato in quanto provenienti dalle graduatorie dei Concorsi Pubblici.

Tuttavia, come annunciato dallo stesso Emiliano, presto si procederà con l'assunzione di ulteriori 1.000 infermieri e di 600 medici.

Infine, dai bandi pubblicati, è specificato anche il compenso orario dei nuovi assunti a tempo determinato: 60 euro lordi andranno ai medici specialisti e in pensione, 40 euro invece spetteranno ai giovani medici in procinto di specializzarsi o che abbiano l'abilitazione.

Segui la nostra pagina Facebook!