In Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato un bando di concorso funzionale a selezionare nuovo personale da impiegare nei ruoli del personale del Ministero della Giustizia - dipartimento dell'amministrazione penitenziaria.

Le 95 figure selezionate attraverso tale procedura concorsuale saranno assunte con un contratto a tempo indeterminato e andranno a ricoprire la qualifica di funzionario della professionalità giuridico-pedagogica, III area funzionale, fascia retributiva F1.

Requisiti di partecipazione alla selezione

Possono partecipare alla selezione tutti i candidati in possesso di determinati requisiti, fra cui:

  • cittadinanza italiana o di uno dei Paesi membri dell'UE;
  • godimento di diritti civili e politici;
  • titolo di laurea in: scienze dell'educazione e della formazione, giurisprudenza, psicologia, sociologia, scienze dei servizi giuridici, scienze e tecniche psicologiche, programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi, scienze dell'educazione degli adulti e della formazione continua, teorie e metodologie dell'e-learning e della media education, teoria e tecniche della normazione e dell'informazione giuridica, metodi per la ricerca empirica nelle scienze sociali;
  • idoneità fisica allo svolgimento dell'impiego.

Tali requisiti dovranno essere posseduti dai candidati al momento della scadenza del termine per la presentazione delle candidature.

L'amministrazione si riserva la facoltà di verificarne il possesso in qualsiasi momento e di disporre l'esclusione dalle procedure concorsuali del candidato che risultasse carente di uno o più requisiti.

Le prove concorsuali previste

La procedura concorsuale sarà composta da due prove scritte ed una orale; tuttavia, nel caso in cui il numero delle domande fosse superiore a mille, si procederà anche allo svolgimento di una prova preselettiva, consistente in un questionario composto da domande a risposta multipla.

Le prove scritte avranno ad oggetto:

  • pedagogia con particolare attenzione agli interventi relativi al trattamento dei detenuti;
  • ordinamento penitenziario con particolare riferimento agli istituti e ai servizi penitenziari.

Durante la prova orale, invece, oltre alle materie di natura giuridica e pedagogica, sarà valutata anche la conoscenza della lingua straniera scelta dal candidato.

Modalità di candidatura

La domanda dovrà essere presentata in modalità esclusivamente telematica, attraverso la compilazione del form messo a disposizione sul sito del ministero della Giustizia, nel rispetto delle modalità descritte dal bando dell'iniziativa.

Le candidature possono essere inviate dal 30 maggio 2020 al 29 giugno 2020.

Tutti coloro che sono interessati a concorrere all'assegnazione di uno dei 95 posti a disposizione, possono consultare il bando di concorso reperibile sia sul sito del Ministero della Giustizia, sia in Gazzetta Ufficiale.

Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!