A intervenire in merito alla recente notizia della chiusura di due poli commerciali importanti per la città di Palermo, quali il punto vendita de La Rinascente di via Roma e la succursale del supermercato Auchan, situata all'interno del centro commerciale "Conca d'oro", è stato Salvatore Bivona, presidente della Confederazione italiana degli esercenti commercianti (Cidec) siciliana.

Chiusura locali commerciali a Palermo, Bivona del Cidec: 'Si usino misure straordinarie'

Sottolineando la progressiva desertificazione del tessuto commerciale che da diverso tempo sta interessando il capoluogo siciliano, Bivona in un comunicato ha spiegato che la situazione di crisi deve essere affrontata utilizzando misure straordinarie, che tengano conto soprattutto della necessità di ridimensionare l'incremento del costo per l'affitto dei locali e delle specificità turistiche territoriali.

Salvatore Bivona, commentando la notizia della chiusura dei due punti vendita, ha inoltre chiesto all'assessorato regionale alle attività produttive l'attivazione tempestiva di un tavolo di crisi, visto lo stato di salute del commercio locale già gravemente compromesso.

"La chiusura di entrambi i punti vendita - secondo il presidente della Cidec - potrebbe rappresentare la fine di tutte le speranze di ripresa economica per queste arterie della città, in particolare quella di via Roma, dove hanno pesantemente influito le scelte sbagliate in materia di mobilità urbana, messe in atto dall'amministrazione, e le politiche economiche cittadine". "In questo scenario - ha proseguito Bivona - è facile prevedere cosa potrà accadere anche ad altre attività che, per diretta conseguenza, rischieranno di essere interessate da un effetto domino fatale".

Cidec su chiusura Auchan e Rinascente a Palermo: 'Costi fissi insostenibili'

Proseguendo nel proprio intervento, il presidente Bivona ha chiesto la rivisitazione della materia dei contratti di locazione in un'ottica di contenimento dei costi diventati, ormai, insostenibili per gli esercenti e i commercianti: richiesta, quella di Bivona, a tutt'oggi inascoltata, che la Cidec ha sempre avanzato e sollecitato alle istituzioni preposte.

Evidenziando la drammaticità della situazione economica che ha causato la chiusura di molte insegne storiche cittadine, Bivona ha osservato: "Cosa si aspetta per evitare che anche altre realtà simili abbiano lo stesso destino?".

Chiusura Auchan, Bivona: 'Infrante le certezze di tanti lavoratori'

Ad aggravare la preoccupazione del presidente della Cidec è anche la sorte del supermercato Auchan situato all'interno del centro commerciale "Conca d'oro" che dopo trenta lunghi anni ha visto infrangersi le certezze di tanti suoi lavoratori, ai quali si prospetta un periodo di cassa integrazione.

A conclusione del proprio intervento, Bivona ha richiesto e sollecitato anche al comune di Palermo l'immediata istituzione di un tavolo di concertazione volto a mettere insieme sindacati dei lavoratori e associazioni datoriali per evitare che in città la drammatica situazione occupazionale rischi di trasformarsi in una "tragedia sociale".

Segui la pagina Affari E Finanza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!