il bando del concorso VFP1 nell' Esercito con un totale di 4.000 posti prevede due date di scadenza per la presentazione della domanda. I posti messi a disposizione sono divisi in due blocchi di duemila posti. Per il primo blocco la domanda di partecipazione deve essere presentata online entro l’8 maggio 2021. Per il secondo blocco è bisogna rispettare invece l'arco temporale che va dal 1° giugno al 30 giugno. Sono ammesse solo le istanza inviate telematicamente all'indirizzo concorsi.difesa.it/ei/vfp1/2020/Pagine/home.aspx. A tal proposito sarà indispensabile possedere un indirizzo Pec, una carta d’identità elettronica (CIE), tessera sanitaria.

Concorso VFP1 Esercito 2021: le differenze dei due blocchi e i posti a concorso

La candidatura per il primo blocco può esser presentata da chi è nato dall’08.05.1996 all’08.05.2003, estremi compresi. La domanda di partecipazione per il secondo blocco può essere presentata da chi è nato dal 30.06.1996 al 30.06.2003, estremi compresi. I posti per ciascun blocco sono cosi assegnati:

  • 1.907 per incarico assegnato dalla Forza Armata
  • 20 per elettricista
  • 20 per idraulico
  • 20 per muratore
  • 20 per falegname
  • 10 per fabbro
  • 3 per meccanico

Requisiti generali e altri adempimenti connessi alla domanda

I candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti generali: cittadinanza italiana, età compresa tra i 18 e i 25 anni, assenza di condanne per delitti non colposi, idoneità fisica, esito negativo agli accertamenti diagnostici per l’abuso di alcool o sostanze stupefacenti, licenza media.

Il bando prevede una riserva del 10% dei posti secondo quando stabilito dalla legge. I candidati dovranno possedere i requisiti specifici inerenti alle singole posizioni indicati in appendice al bando.

Concorso Esercito VFP1: come si svolge il reclutamento

La selezione si snodano attraverso le seguenti fasi:

  • svolgimento degli accertamenti di competenza da parte del Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale dell'Esercito e inoltro alla commissione valutatrice,
  • valutazione dei titoli di merito e formazione delle graduatorie da parte della commissione sopracitata
  • convocazione dei candidati compresi nelle graduatorie precedente presso i Centri di Selezione per l’accertamento dei requisiti di idoneità psico-fisica e attitudinale entro i limiti di seguito indicati: per ogni blocco: 13.000 per incarico/specializzazione che sarà assegnato/a dalla Forza Armata,
  • presentazione da parte dei convocati agli accertamenti psico-fisici e attitudinali di una precisa documentazione che consta anche di esami ematochimici ed esami strumentali, corredati di referto. I partecipanti saranno quindi sottoposti a tutte una serie di visite mediche. Si procederà quindi alla formazione, da parte della commissione valutatrice, di sette distinte graduatorie di merito per ciascuna delle tipologie di posti
  • approvazione delle graduatorie per ogni blocco, comprendenti i candidati giudicati idonei, da parte della Direzione Generale per il Personale Militare
  • assegnazione ai vari Reggimenti addestrativi da parte dello Stato Maggiore dell’Esercito

I candidati ammessi alla ferma prefissata hanno diritto ad uno stipendio di 800 €.

I VFP1 possono ricevere il grado successivo, quello di Caporale, partecipando e vincendo il concorso VFP4, avanzando di conseguenza nella scala gerarchica dell'Esercito. La ferma prestata come VFP1 costituisce inoltre titolo di preferenza nei concorsi nelle forze di polizia italiane.

Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!