Il bando del maxi concorso Inps 2021 volto alla selezione di ben 1.858 nuovi funzionari amministrativi da inserire nella categoria economica C1 è atteso per la fine di agosto o gli inizi di settembre, quando dovrebbe esserci finalmente la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Questo concorso pubblico era già stato annunciato nel 2020 ma è stato rinviato inizialmente per il blocco dei concorsi a causa dell'emergenza sanitaria, poi per adeguare le procedure ai cambiamenti attuati sulle metodiche di selezione tramite il decreto legge 44-2021.

Quando esce il concorso Inps 2021

Al momento, non si sa ancora quando verrà pubblicato il bando in Gazzetta Ufficiale. Il concorso tanto atteso dovrebbe però uscire tra la fine di agosto e l'inizio del mese di settembre 2021. Informazioni più chiare riguardano invece le modalità di selezione e le prove previste.

Le precedenti norme prevedevano per questa tipologia di concorsi una prova preselettiva, alla quale sarebbero seguite la valutazione dei titoli di ogni candidato e le consuete prove scritte e orali. Con la conversione in legge del DL 44-2021 sono state introdotte importanti modifiche che, come detto, hanno portato al rinvio del concorso Inps 2021 per funzionari amministrativi anche dopo lo sblocco dei Concorsi Pubblici al termine del periodo emergenziale della pandemia.

La selezione avverrà senza il test preselettivo, rimarrà la valutazione dei titoli e con ogni probabilità ci sarà una sola prova scritta, da effettuarsi in più sedi decentrate e con strumenti digitali.

Requisiti e titoli di studio per partecipare al bando di concorso Inps 2021

Solo con la pubblicazione in GU del bando ufficiale si potrà sapere la data di scadenza per inviare la propria candidatura.

Ma, trattandosi di un concorso pubblico indetto da un ente statale, è già noto che ci si potrà candidare solo telematicamente dall'apposita sezione destinata ai concorsi nel sito dell'Inps. Per accedere sarà necessario utilizzare le proprie credenziali SPID.

Per quel che riguarda i titoli di studio ed i requisiti generali, sono già noti in quanto la delibera del concorso Inps è del 28 ottobre 2020; come precisato, la pubblicazione del bando è stata fatta slittare.

Dunque, sarà necessario essere in possesso di una laurea magistrale alla data di scadenza del bando: la laurea triennale non sarà sufficiente.

La laurea magistrale dovrà essere in una delle discipline richieste nella delibera e poi confermate dal bando di concorso, tra cui Giurisprudenza, Scienze Politiche, Scienze delle Pubbliche Amministrazioni, Relazioni Internazionali, Economia e Finanza, Statistica.