Un altro set cinematografico ha scelto il Salento. I paesaggi ed i luoghi della Puglia  e del Salento incantano sempre più personaggi dello spettacolo, vip, autori, sceneggiatori, scrittori, attori, registi. Per questo motivo, negli ultimi anni i film girati nel tacco d'Italia sono stati tantissimi e di vario genere, da "Liberate i pesci" una commedia del 2000, interpretata da Laura Morante, Lunetta Savino e Michele Placido ai film di Ferzan Ozpetek, come "Allacciate le cinture" e "Mine vaganti". Senza dimenticare i film del regista Edoardo Winspeare, salentino, che ha scelto la propria terra per i suoi lavori. Tra i tanti film girati nel Salento, anche "il commissario Zagaria", prodotto da Alba film 3000 e con Lino Banfi attore principale, poi "il primo incarico" di Giorgia Cecere, "Senza arte né parte" di Giovanni Albanese. Anche per il film "Mi rifaccio vivo" è stata scelta la penisola salentina come ambientazione.

Il film di Uccio De Santis e diretto da Vito Cea ha iniziato le riprese il 19 Ottobre e le continuerà fino al 21 Novembre. I luoghi scelti sono stati Cisternino e San Vito dei Normanni in Provincia di Brindisi e poi altre zone della Puglia, come Martina Franca, Locorotondo, Monopoli, Bari.

Cast e trama del film

Il film, prodotto da "Adriatica Film", ha un cast di attori abbastanza conosciuti nel panorama cinematografico nazionale: da Beppe Convertini a Brando Rossi, da Lorena Cacciatore ad Uccio De Santis e tanti altri. C'è molta attesa, soprattutto tra i fans del comico pugliese De Santis. La trama promette bene, sembra molto intrigante e certamente ricca di colpi di scena. Il film parla di un muratore pugliese, Michele, con l'hobby della musica, che vive in un trullo. Con lui, abitano anche la sorella, la madre ed il cognato.

I migliori video del giorno

Per ripagare un debito con la banca, Michele decide di affittare un trullo di sua proprietà, ma un giorno scopre che il trullo è stato rubato e non c'è più il tetto, per questo deve ospitare la ragazza a cui lo aveva affittato (Giada) a casa sua. Da quel momento, la convivenza con Giada, porta "scompiglio" nella vita di Michele.

Dopo le belle dimostrazioni di stima di personaggi importanti, ricevute nei giorni scorsi, arriva un'altra bella soddisfazione per la penisola salentina. Un modo importante, quello della cinematografia per far conoscere i paesaggi di quella zona del meridione italiano anche a chi non li ha visitati. Anche questo è un modo per far crescere la conoscenza di una terra sempre più ricercata dai turisti.