Lecce- Messina è, molto probabilmente, una delle partite di Lega Pro più attese del quattordicesimo turno del campionato. Lecce e Messina, rispettivamente seconda squadra in classifica a 22 punti insieme al Foggia e terza a 21 punti insieme al Cosenza, sono due tra le squadre più forti del campionato. In realtà per i salentini si tratta di una conferma, dopo il calciomercato estivo fatto di grandi nomi: da Curiale a De Feudis, da Camisa a Vecsei, passando per le conferme di calciatori del calibro di Papini, Moscardelli, Lepore. Per il Messina, invece, si tratta di una vera e propria sorpresa: l'allenatore Di Napoli ha saputo costruire un organico molto forte, che vanta il miglior reparto difensivo della terza serie calcistica italiana.

L'unico tallone d'Achille della squadra siciliana sembrerebbe l'attacco che ha difficoltà ad andare in rete: nelle ultime tre partite i siciliani non hanno mai segnato.

Pubblico delle grandi occasioni al 'Via del Mare'

Lecce- Messina sarà probabilmente una delle partite con più spettatori sugli spalti di tutto il quattordicesimo turno di Lega Pro. Oltre ai 6.794 abbonati, vi diciamo in esclusiva che fino alle 18 del giorno precedente alla gara sono stati venduti ben 800 per un totale di 7.594 spettatori già presenti. Se si considera che ancora siamo a metà del pomeriggio e che, il giorno stesso della gara il numero di tagliandi staccati aumenta sempre tanto, si prevede davvero il pubblico delle grandi occasioni a Lecce per questo big match, con almeno 9.000 spettatori.

I migliori video del giorno

Basti pensare che in occasione di Lecce- Cosenza, dei 1.879 paganti, circa un migliaio di spettatori fece il biglietto nelle 24 ore precedenti alla sfida. Il Lecce di Braglia recupera Gigli e Salvi, entrambi recuperati per questa sfida casalinga, mentre sarà assente il salentino Camisa, squalificato. Il Messina punta molto sui suoi uomini importanti, da Tavares a Cocuzza, e anche l'ex leccese Dario Barraco, che in questa stagione ha già realizzato due reti in undici partite disputate in campionato. Insomma, sulla carta è davvero una sfida affascinante.