Tra sorprese e conferme, come spesso accade in tornate elettorali particolarmente sentite, giungono i primi risultati dai comuni salentini chiamati alle urne per rinnovare i consigli comunali. In provincia di Lecce, i riflettori erano puntati su diverse città divenute particolarmente strategiche, a seguito del boom turistico registrato nel Salento negli ultimi anni.

Da Gallipoli a Nardò: i risultati nei comuni del Salento

Prima fra tutte Gallipoli, città su cui persino il governo sta puntando come modello di sviluppo turistico per rilanciare l'intero Mezzogiorno. Qui la sfida era delicata: il centro-sinistra si è presentato unito attorno al giovane "dem" Stefano Minerva.

La coalizione di centro-destra, con Forza Italia e persino la Lega "Noi con Salvini", ha appoggiato invece il candidato Sandro Quintana. A creare "fastidio" ai due schieramenti "classici", la coalizione civica che si è schierata attorno al candidato Flavio Fasano, ex sindaco della "città bella" (all'epoca in area centro-sinistra), un nome forte che si sapeva avrebbe scombinato le carte.

Infatti a Gallipoli sarà ballottaggio, con Fasano dato addirittura in vantaggio (dati Ministero dell'Interno) su Minerva col 40,15%, contro il 37,19% del principale antagonista. Fuori dai giochi Quintana, che si ferma al 20,27%. Nella "perla dello Ionio" c'è quindi da aspettarsi un'infuocata e appassionante campagna per il ballottaggio fra due personaggi di carattere, con l'incognita su chi beneficerà degli eventuali elettori di centro-destra.

I migliori video del giorno

Girando per il Salento, troviamo sorprese e conferme. Ribaltone a Taviano, dove Giuseppe Tanisi, candidato di "Taviano Insieme", ha sconfitto il sindaco uscente Carlo Portaccio, con un pesante 54,14% contro 38,16%.

A Ugento, altra località storica del turismo ionico salentino, si conferma sindaco Massimo Lecci (Lista Cittadini Protagonisti) con il 56,84%. Il suo principale avversario, Mario Paiano, si attesta al 37.04%.

Santo Papa, lista Oltre, col 39,72% è invece sindaco di Castrignano del Capo, comune che amministra anche la località turistica di Santa Maria di Leuca.

A Nardò, invece, si profila il ballottaggio tra Marcello Risi (Centro-Sinistra) col 41,24%, e Pippi Mellone (centro-destra) col 29,24%. Qui i dati sono ancora parziali. #Politica Lecce