Forse diversi nostri lettori si ricorderanno di Antonio Pugliese, 81 anni all'anagrafe ma pronto a sostenere gli esami per il conseguimento del diploma di terza media in un istituto comprensivo di Brindisi. Una storia commovente, quella del simpatico agricoltore, che ha speso la propria vita a lavorare nei campi e che ora ha sentito, finalmente, il desiderio di diplomarsi.

Ultime news scuola, venerdì 1 luglio 2016: Antonio Pugliese, 81 anni, neo diplomato alla scuola media

La cerimonia di consegna dell'attestato si è svolta oggi, venerdì 1 luglio, presso l'auditorium della Scuola media 'Leonardo Da Vinci' ed è naturale che tutte le attenzioni fossero rivolte a lui.

Naturalmente, l'aula magna era gremita di famigliari e parenti degli studenti, pronti a compiere il loro salto alla scuola superiore di secondo grado. 

Antonio Pugliese è stato chiamato per ultimo ed è stato accompagnato da uno dei suoi sei figli per il ritiro del proprio diploma: grandissima commozione da parte dell'uomo al momento della consegna dell'attestato ma anche da parte dei suoi compagni più giovani di lui di oltre 60 anni. 

L'uomo ha invitato i ragazzi a continuare a studiare perchè solamente attraverso lo studio è possibile completare il proprio 'io': una menzione particolare, però, anche all'importanza dei valori della vita contadina, visto che l'ottantunenne ha stretto un legame molto particolare con la sua terra. 

Per Antonio Pugliese una giornata come le altre: poi il diploma

Anche oggi, venerdì 1 luglio, la giornata di Antonio Pugliese è cominciata alle tre con la sveglia.

I migliori video del giorno

Dopo essersi recato alla bancarella del mercato ortofrutticolo, gestita da una delle figlie, l'uomo si è recato al plesso di via don Guanella per ritirare il 'frutto' di altri sacrifici, quelli relativi allo studio. Tra l'altro, Antonio Pugliese ha contribuito ad abbellire il cortile della scuola, creando un orticello che ha dato lustro e bellezza all'istituto. Siamo sicuri che quel diploma verrà incorniciato, come il più bel premio per le sue fatiche, fatiche diverse da quelle del lavoro nei campi ma non per questo meno preziose: bravo Antonio, perchè potrai insegnare a tutti come la bellezza della conoscenza e della cultura non abbia età, l'importante è desiderarla.