Al contrario di quello che dice la classifica, non è un buon periodo per il Lecce. Almeno dal punto di vista del gioco, il Lecce non "gira" da almeno un paio di gare, ma anche tre. Contro il Catanzaro, infatti, se non fosse arrivata la rete di Torromino nel miglior momento del Catanzaro, molto probabilmente il risultato sarebbe stato diverso; per non parlare della gara contro la Casertana: sfida senza grandi emozioni, con molte imprecisioni e il rischio- beffa al 92' con una super- parata di Bleve che ha salvato il risultato. Partita poco entusiasmante anche a Siracusa, dove c'è stata una vera e propria sorpresa: la squadra di casa non è quasi mai andata in affanno contro il più quotato Lecce.

Improponibile Persano al centro dell'attacco, calciatore con caratteristiche interessanti, ma probabilmente ancora acerbo per giocare in una squadra con tante pressioni attorno come quella giallorossa. Male anche il centrocampo, lento e compassato, ancora deludente la prova di Lepore. In difesa va meglio, ma ancora una volta Ciancio non merita la sufficienza: la questione del terzino sinistro comincia ad essere seria e Padalino deve trovare una soluzione al più presto. Anche sulle fasce, i giallorossi non hanno convinto: Doumbia lento e poco ispirato, Torromino meglio ma poco incisivo per buona parte della gara. Onestamente, contro l'ultima in classifica (il Catania ha totalizzato più punti del Siracusa ed è ultimo solo a causa della penalizzazione), ci si aspettava di più dal Lecce. 

Periodo importante: nessun big match

È adesso il momento di continuare a fare punti per il Lecce: dopo il match di Siracusa, non sono previsti grandi scontri ad alta quota nelle prossime gare e, anzi, i giallorossi saranno  impegnati in sfide contro squadre neopromosse o ripescate.

I migliori video del giorno

Rispetto massimo, ovviamente, per tutti gli avversari e non bisogna sottovalutare nessuno, ma sicuramente si tratta di sfide "abbordabili": Reggina in casa, Vibonese in trasferta e poi Virtus Francavilla nuovamente in casa. Prevede questo il calendario, prima dell'impegnativa sfida contro il Catania. Ad aumentare l'interesse per le prossime tre gare, poi si mette anche il calendario della capolista Foggia: Matera, Akragas e Juve Stabia  sono senza dubbio squadre ben più quotate. Sarà il campo a vedere chi tra Lecce e Foggia farà meglio nel prossimo periodo.