Il clima sul Salento è in continua trasformazione. Nelle ultime settimane tra metà agosto ed inizio settembre, si sono dapprima registrati picchi di caldo di 35 gradi, poi è arrivata una forte perturbazione che ha portato anche a nubifragi nella zona di Lecce e dintorni e successivamwnte è tornato il caldo. Infatti,  il primo week end di settembre è all'insegna del caldo e del sole con temperature minime attorno ai 20 gradi centigradi e le massime che superano quasi sempre i 30 gradi. Nei prossimi giorni, però, un altro cambiamento è in arrivo: si tratta della seconda perturbazione del mese di Settembre.

Gli studiosi avvisano che questa perturbazione sarà forte e duratura.

Si prevedono 48-72 ore di maltempo tra mercoledì 7 e venerdì 9 settembre. Il clima sarà in netto calo, da 30 a 23 gradi circa. Il pericolo più grande è rappresentato dal possibile arrivo della grandine. Questa perturbazione è stata chiamata "Morgana".

Maltempo da Nord a Sud

Al Nord il maltempo partirà già dal domenica 4 settembre e poi si sposterà pian piano verso il meridione italiano. Tra Mercoledì 7 e Venerdì 9 Settembre si attendono piogge intense, forti temporali e, come detto, possibili grandinate soprattutto nelle Regioni Adriatiche: Veneto, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Molise, Puglia. Le piogge potranno assumere anche il carattere di nubifragio su tutta la costa Est dell'Italia ma anche nella zona occidentale ci sarà instabilità, seppur in modo minore.

Calo delle temperature diffuso

In tutta Italia si registreranno abbassamenti di temperatura abbastanza repentini.

I migliori video del giorno

A Milano e Torino le temperature minime potranno scendere al di sotto dei 15 gradi, mentre a Bologna si prevede un -7/ -8 gradi rispetto alle temperature di questi giorni (le massime passeranno da 34 a 26 gradi e le minime da 23 a 17 gradi). Particolarmente freddo nelle zone alpine, dove le temperature minime addirittura raggiungeranno anche i 7- 8 gradi. Le province più fredde dovrebbero essere quelle di Cuneo, Novara, Trento, Bolzano, Aosta, Alessandria e  Pordenone. Dunque, sembrano molto lontane le temperature estive: l'autunno è in arrivo.