Nuova, fortissima scossa di Terremoto al Centro Italia. Il terremoto si è registrato alle ore 7.41 di domenica 30 ottobre. Le zone più colpite sono, ancora una volta, quelle già colpite dal terremoto di fine agosto e da altre scosse nei giorni scorsi. Infatti, l'epicentro sarebbe tra Norcia e Arquata, che distano circa 50 km da Amatrice, a circa 10 km di profondità. Colpite varie cittadine: Castelsantangelo sul Nera, Visso, Preci. Le notizie sono al momento poco chiare, ma il quadro sarebbe drammatico nella zona. 

In tutta la zona si sono registrati crolli e la gente è uscita in strada. La violenza del terremoto pare abbia creato dei crolli addirittura ad Ancona, distante ben 150 km dall'epicentro.

La scossa è stata talmente forte che è stata sentita praticamente in tutta Italia: da Bolzano, a Firenze, da Roma a Napoli, da Potenza a Foggia, fino addirittura al Salento. A Lecce, infatti, molte persone sono uscite in strada, spaventate. A Roma è stato momentaneamente sospeso il servizio metro. L'Umbria è, purtroppo, nel panico perchè praticamente da quel terremoto di fine agosto, le scosse sono continuate e, oggi, domenica 30 ottobre, la scossa di terremoto è stata fortissima.

Terremoto anche in Grecia nella serata di sabato

Ma non è solo questa la scossa registrata nelle ultime ore: ieri la terra ha tremato anche in Grecia. La scossa è stata avvertita in tutta la Puglia e varie altre zone del Sud Italia, tra cui la provincia di Matera e Potenza. La zona vicino alla costa greca da un paio di settimane è interessata da uno sciame sismico.

I migliori video del giorno

La scossa è stata registrata alle 22.15 ed è stata di magnitudo 4.1 con profondità a 5 km. La zona più colpita è stata quella della piccola isola di Corfù. La sera del 15 Ottobre, nella stessa area, si era verificata un'altra scossa che aveva fatto tremare gran parte del meridione italiano, con magnitudo 5.3. Insomma, continuano a verificarsi vari terremoti che purtroppo stanno creando disagi e danni. Per il terremoto accaduto poco fa in Umbria, non si ha ancora la stima dei danni.