E' partita davvero con il botto la prevendita per il big match di domenica, Lecce- Matera. La prevendita è iniziata martedì alle ore 12 e dopo un giorno, iniziano ad esserci già i primi dati rassicuranti per la società. Infatti, vi diciamo in esclusiva che alle 13.30 del mercoledì, i biglietti staccati sono ben 1.500. E' un numero davvero alto se si considera che ancora alla gara mancano tre giorni e mezzo e normalmente, nell'ultimo giorno di prevendita il dato dei biglietti venduti schizza sempre in alto.

Giornata giallorossa: devono pagare anche gli abbonati

La società sta avendo, dunque, una buona risposta dai tifosi, nonostante abbia indetto la "giornata giallorossa" in occasione di Lecce- Matera.

In pratica, per assistere a questa gara dovranno pagare tutti, sia gli abbonati che i normali paganti, perchè la "giornata giallorossa" è esclusa dall'abbonamento. Il buon avvio della prevendita conferma i risultati del nostro sondaggio: la maggior parte dei tifosi è a favore dell'evento. Molti sostenitori salentini, infatti hanno spiegato che, dopo aver deciso di vendere gli abbonamenti a prezzi stracciati, la "giornata giallorossa"è il minimo che la società possa fare per battere cassa. Impossibile ipotizzare da ora quanti saranno alla fine gli spettatori al "Via del mare"; ma la sensazione è che ci sarà il pubblico delle grandi occasioni anche per questo match delicato della squadra di Padalino.

Entusiasmo alle stelle: il Lecce vuole mantenere il primato

Il fatto di dover pagare il biglietto per la gara non ha, dunque, scoraggiato gli abbonati.

I migliori video del giorno

I tifosi del Lecce sono entusiasti per l'andamento della squadra in campionato. I giallorossi hanno vinto le due gare consecutive in trasferta, contro la Juve Stabia e il derby contro il Taranto, quindi sono carichi per affrontare il match contro i lucani che finora hanno ben figurato in campionato ed occupano la quarta posizione in classifica. Insomma, un match molto atteso che il Lecce vorrà vincere per mantenere il primato in classifica.