Il calcioscommesse torna ad affacciarsi prepotentemente nel mondo del calcio italiano. Nella giornata di martedì, ci sono state perquisizioni e sequestri in studi e abitazioni effettuati dalla Guardia di Finanza nell’ambito della nuova inchiesta sul calcioscommesse, aperta dalla Procura. L'inchiesta vede indagate in tutto circa 40 persone tra professionisti, calciatori e scommettitori illegali. Pare che al centro delle operazioni di scommesse ci sia Arturo Di Napoli, conosciuto nel mondo del calcio come "Re Artù".

I finanzieri hanno acquisito materiale cartaceo ed informatico e si stanno studiando le puntate per migliaia di euro su quattro partite.

Le gare sono tutte dell'Acr Messina, disputate tra l'1 dicembre 2015 e il 30 maggio 2016, nel girone C di Lega Pro. La speranza per tutti è che queste storie nel calcio possano definitivamente finire per il bene dello sport.

Il prossimo turno di Lega Pro

Intanto, il campionato va avanti. Nel prossimo turno di Lega Pro si attendono diverse sfide molto interessanti. Anzitutto c'è molta attesa per vedere all'opera il Lecce del contestatissimo mister Padalino. Dopo la sconfitta clamorosa (3-0) sul campo del Foggia, l'allenatore è stato criticato fortemente e ieri ha chiesto scusa in conferenza stampa [VIDEO]. Adesso bisogna capire se i tifosi accetteranno le sue scuse o se domenica al "Via del mare" ci sarà la contestazione contro il mister foggiano, reo tra l'altro di aver abbracciato affettuosamente a fine gara il calciatore Coletti del Foggia.

Il Lecce affronterà il Fondi, squadra in un periodo difficile che arriva da due sconfitte consecutive.

Gara molto impegnativa per la capolista Foggia che deve giocare in trasferta sul campo del Catania. È stata ufficialmente rinviata la gara tra Taranto e Paganese. Decisione presa dopo l'aggressione subita ieri pomeriggio dalla squadra pugliese [VIDEO]. Gare, almeno sulla carta, abbastanza abbordabili per Matera e Juve Stabia che giocheranno in casa rispettivamente contro Messina e Catanzaro. Tante altre le gare interessanti, tra cui lo scontro salvezza tra Melfi e Akragas.