Volete raggiungere dal Salento le mete turistiche greche di Corfù o Paxos in sole due ore e mezzo? Adesso si può grazie all'aliscafo da 225 posti della compagnia Liberty Lines. E' l'importante novità presentata nelle ultime ore presso il Castello Aragonese di Otranto dai responsabili della compagnia e dal Sindaco di Otranto. Un passo avanti per il #Turismo marittimo salentino che vedrà incrementati i collegamenti con la Grecia durante il periodo estivo. Il servizio inizierà il 29 giugno e fino al 27 luglio sarà possibile usufruire del collegamento tutti i giorni, tranne il martedì, ma in alta stagione, sarà operativo ininterrottamente fino al 10 settembre.

Ma la crescita di Otranto nei servizi del turismo marittimo non si ferma qui, in quanto il programma prevede di riattivare la linea con i porti più importanti dell'Albania. 'Recuperare lo storico ruolo di Otranto quale città ponte, luogo di arrivi e partenze via mare' è quanto asserito dal sindaco Luciano Cariddi.

Sottolineata dai presenti l'importanza di investire su un territorio affascinante ricco di storia e tradizione che attraverso nuove tecnologie e più efficienti servizi possono contribuire in maniera determinante ad una maggiore crescita economica del territorio.

Otranto si riappropria di un ruolo che risulta fondamentale non solo dal punto di vista storico e culturale, strettamente collegato alla realtà della vicina Grecia, ma costituisce una sorta di continuità territoriale a tutto vantaggio della produzione e della ricchezza proveniente dal turismo di entrambe le comunità.

I migliori video del giorno

Un altro punto importante è rappresentato dal programma crocieristico con una serie di approdi a Otranto, grazie alla collaborazione dell’agenzia marittima Adriatica Shipping. Sono previsti iniziando dal 28 aprile e fino al 10 ottobre 19 approdi di motonavi, tra cui l'Artemis, la Serenissima e la maestosa Le Lyrial con i suoi 142 m di lunghezza.

Favorito lo sviluppo dell'area portuale

Fondamentale secondo il sindaco di Otranto la politica svolta per lo sviluppo dell'area portuale, armonizzandola con il contesto cittadino, soprattutto il centro storico che si affaccia in questa stessa area.

Insomma, per concludere, Otranto una delle perle del turismo salentino getta le basi, anzi le fortifica, per dare maggiore slancio ed incisività al settore turistico, nel campo delle comunicazioni marittime.

Un segnale di ulteriore crescita in un territorio avaro di strutture e servizi che necessariamente 'deve' rivolgersi al turismo con moderno spirito imprenditoriale, senza deturpare la bellezza di un luogo che viene considerato uno dei posti più belli del pianeta. #Salento