"Sono felice di presentarvi questo nuovo progetto. Da oggi il mio vino è disponibile". Così il portierone della Juventus e della nazionale azzurra Gigi Buffon, venerdì scorso sul suo profilo Facebook presentava la sua nuova linea di vini prodotti da 'Fabio Cordella Cantina'.

E proprio Fabio Cordella, spiega come un giorno, senza disturbare direttamente Gigi ha contattato il suo agente Silvano Martina, proponendogli l'idea di un'etichetta di vini Buffon. E al portiere l'idea deve essere piaciuta visto che in 24 ore a Torino si stava già chiudendo l'accordo.

Tre linee di vino Buffon, rosso, bianco e rosato

Così da quest'anno è partita la produzione limitata del vino di Gigi Buffon, che viene prodotto nella storica cantina Ruggio di Novoli, cantina che proprio quest'anno è stata acquistata dallo stesso Fabio Cordella.

Tre saranno le linee di produzione tutte ad edizione limitata di 30.000 bottiglie. Il rosso è un primitivo del Salento, il rosato un negroamaro di Copertino in purezza, e il bianco un composto di chardonnay e verdeca salentino. Tra 20 e 30 euro i prezzi delle bottiglie che, tra l'altro, sono acquistabili online già da due mesi. E come se non bastasse, a breve partirà anche la produzione di olio di Buffon, spremuto da olive rigorosamente pugliesi: dalla cellina alla oglialora.

Vino e calciatori, un felice connubio

Gigi Buffon non è il primo calciatore ad investire nel vino, prima di lui già il suo ex compagno di squadra alla Juventus e in nazionale Andrea Pirlo aveva puntato sui vigneti di Brescia, mentre dall'altra parte del Mediterraneo si era 'dato al vino' lo spagnolo Andres Iniesta.

Ma la collaborazione tra Fabio Cordella e calciatori nel campo del vino non passa solo da Gigi Buffon.

I migliori video del giorno

L'imprenditore di Copertino ha già realizzato la sua 'Selezione dei campioni'. La bottiglia 'El Gran Capitan' dedicata all’ex centravanti interista Ivan Zamorano, mentre ben tre bottiglie per il trequartista olandese Wesley Sneijder. E a sentire Cordella, ogni bottiglia rispecchia il temperamento in campo dei calciatori da cui prende il nome. La bottiglia di Zamorano, spiega l'imprenditore copertinese viene "da un vitigno tosto e dal carattere deciso come lo era lui sul manto erboso", mentre la linea di Sneijder è più fruttata ed elegante proprio come era il centrocampista olandese sul campo da gioco.

Insomma i calciatori escono dal campo di gioco e investono nei campi agricoli. #Calciomercato