Mancano pochi giorni alla tappa napoletana dell’evento “Tre Bicchieri 2020 Gambero Rosso”. Ad ospitarlo martedì 29 ottobre sarà una location d’eccezione: il Mann, Museo Archeologico Nazionale di Napoli (Piazza Museo Nazionale 19). In programma, per i dieci anni dell’edizione partenopea del “Tre Bicchieri 2020 Gambero Rosso”, vi sono diverse iniziative speciali.

Ci sarà spazio, dunque, non solo per la tradizionale degustazione delle etichette vinicole italiane premiate, ma anche per due Masterclass riservate ad operatori specializzati, ed una aperta al pubblico (le Masterclass si terranno presso l’Hotel Costantinopoli 104, in via Santa Maria di Costantinopoli 104).

Previsto, inoltre, un percorso food, in cui saranno proposte alcune delle eccellenze dell’agroalimentare campano selezionate dal Gambero Rosso. Le atmosfere dell'evento saranno create da Roberto Barone, art director di Radio Yacht.

Il programma dell’evento

In occasione del più alto riconoscimento nella guida “Vini d’Italia”, Città del Gusto Napoli Gambero Rosso ha ideato un evento unico, che avrà come cornice privilegiata il Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Saranno presenti oltre ottanta produttori da varie regioni italiane, operatori, esperti del settore, stampa e appassionati.

Nell'evento Tre bicchieri 2020 Gambero Rosso non mancherà la tradizionale degustazione dell’etichette italiane premiate, ma ci sarà anche un percorso food ideato dallo chef Giovanni Pastore e organizzato da Città del Gusto Napoli.

Nel percorso food si potranno apprezzare diverse espressioni della cucina dello chef Giovanni Pastore, già chef di Città del Gusto Napoli. A caratterizzarla è, tra l’altro, una scelta meticolosa delle materie prime utilizzate.

Si potranno anche gustare i prodotti da forno d’eccellenza del casertano Forno Aspromonte, di “Oltre il territorio” e dei Fratelli Malafronte, come pure i prodotti caseari di Alimentale e Carmasciando. A seguire, i Fratelli Malafronte proporranno al pubblico i loro panettoni natalizi. Ci sarà spazio, inoltre, per le golosità della pasticceria Poppella e quelle del gelatiere Emilio Panzardi, dell’omonima gelateria di Maratea.

Oltre alla degustazione e al percorso food, il 29 ottobre si svolgeranno anche le Masterclass, in programma all’Hotel Costantinopoli 104. Ad inaugurare, di fatto, il ciclo di MasterClass dal titolo “L’Italia nei Tre Bicchieri” saranno, dunque, due Masterclass, riservate ad operatori specializzati. Una avrà come focus Umbria e Toscana (ore 16:30) e sarà guidata da Lorenzo Ruggeri, mentre l’altra sarà dedicata alla Campania e a condurla sarà Stefania Annese (ore 15).

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Alle 18 ci sarà un’altra Masterclass, in questo caso aperta al pubblico, su “I Premi speciali della guida Vini d'Italia 2020”. A condurla saranno Stefania Annese e Lorenzo Ruggeri. Alle 18 i banchi d’assaggio delle aziende partecipanti saranno aperti esclusivamente agli operatori e, a seguire, al pubblico. Maggiori informazioni sui prezzi dei biglietti e sulle modalità di partecipazione sono disponibili sulla pagina Facebook di Città del Gusto Napoli.

Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Il museo Archeologico Nazionale di Napoli, dove il 29 ottobre si terranno la degustazione e il percorso food della tappa napoletana dell’evento “Tre Bicchieri 2020 Gambero Rosso”, è considerato uno dei musei più importanti al mondo. L'edificio, dove trova spazio il museo, è il palazzo degli Studi, che è uno dei più imponenti palazzi monumentali di Napoli. Sorge su un'antica necropoli greca, quella di Santa Teresa. Ad accogliere l’evento ‘Tre Bicchieri 2020 Gambero Rosso’ sarà la splendida Sala della Meridiana, un tempo chiamato Gran Salone, che si trova al primo piano, alla fine della rampa centrale dello scalone monumentale.

Si tratta di un grande salone seicentesco, di forma rettangolare.

Nel 1781 Pietro Bardellino realizzò sulla volta, che era stata in precedenza ricostruita, l'affresco che ancora si può apprezzare: si tratta di una celebrazione delle virtù di Ferdinando IV e di sua moglie, la regina Maria Carolina, quali protettori delle arti.

Segui la nostra pagina Facebook!