L'impegno di Papa Francesco per mostrare una chiesa più credibile è sotto gli occhi di tutti: ha istituito la commissione di "otto saggi" per riformare la Curia, un'altra commissione per lo IOR e, soprattutto, si impegna in prima persona perché tutto si trasformi in realtà e non rimanga lettera morta.



Secondo il cardinal Giovanni Lajolo, presidente emerito del Governatorato della Città del Vaticano, l'elezione di papa Francesco ha portato una nuova atmosfera nella chiesa tutta. In una recente intervista, il porporato ha affermato: "Penso che Francesco abbia portato una nuova atmosfera nella Chiesa, dando un senso di nuovo slancio, di vicinanza non solo fisica ma di mentalità alla base. E tutto questo in assoluta fedeltà al messaggio evangelico".

Comunque Lajolo non crede certo in chissà quali mutamenti radicali all'interno della Chiesa Cattolica: "Non c'è da aspettarsi che questo Papa rivoluzioni la Chiesa, ma che apporti quelle modifiche, quei ritocchi di cui c'è bisogno e che ha già avviato. E tutto questo avrà un'incidenza sull'intero corpo della Chiesa, perché comporterà una maggiore vicinanza del Papa ai vescovi, una maggiore collegialità, facendo salvo quello che è l'ufficio proprio del Papa, che non è mescolabile con quello degli altri vescovi".



Secondo il cardinale Papa Francesco ha "già dato segni molto chiari sulla sua intenzione di togliere dalla Chiesa e dalla Curia tutto ciò che può essere di ostacolo all'annuncio del Vangelo, tutto quello che può dare adito a critiche, giuste o ingiuste. Ho l'impressione che il Papa ci stia dicendo: cerchiamo di purificare, di levare via le occasioni di malinteso o di critiche giuste".

Papa Francesco e papa Benedetto

Il cardinal Lajolo ritiene che questa nuova atmosfera portata da papa Francesco derivi dall'umiltà e dalla saggezza di Joseph Ratzinger: "È bello vedere gli incontri tra Francesco e Benedetto XVI. Sono davvero come due fratelli. Ci tengo a mettere in evidenza che  Papa Ratzinger, con la sua dolcezza, mitezza, umiltà ha dato origine alla svolta-Francesco. La consapevolezza che le sue forze fisiche ormai gli impedivano di rispondere adeguatamente alle esigenze della Chiesa lo ha portato alla storica decisione".
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto