Un altro anno è passato. Anche il 2015 è ormai giunto al suo termine naturale. Dopo un anno, è tempo di rimembrare i principali avvenimenti che hanno caratterizzato questi 12 mesi difficili, a causa della situazione internazionale non proprio rosea. Tuttavia, oltre ai momenti negativi, andremo a ripercorrere anche alcuni avvenimenti di cui essere orgogliosi, come ad esempiol'Esposizione Internazionaletenutasi a Milano. Ecco una carrellata dei principali avvenimenti da gennaiofino ad oggi.

Un anno difficile sin da gennaio

Dopo soli 7 giorni dal suo inizio, il 2015 si presenta come un anno alquanto difficile.

A Parigi, il giornale satirico Charlie Hebdo viene attaccato dall’Isis, e tra le dodici vittime figurano anche famosi fumettisti francesi. Dopo soli due giorni, il 9 gennaio Amedy Coulibaly prende in ostaggio 20 persone in un negozio, uccidendone 4. Durante l’operazione delle forze speciali, l'attentatore rimane ucciso.

Voltando pagina, invece, sempre a gennaio il portoghese Cristiano Ronaldo conquista il Pallone d’oro FIFA superando l’argentino Messi e il portiere tedesco Neuer. Il 14 gennaio, Giorgio Napolitano si dimette dalla carica di Presidente della Repubblica ed il 31 gennaio gli succede Sergio Mattarella.

Passano i mesi e si arriva all’EXPO

In questo viaggio nel 2015, giungiamo al 3 aprile, giorno in cui si ricorda il pasto commemorativo della morte di Gesù, che secondo il calendario ebraico cade nel 14 Nisan.

L'evento viene chiamato anche Pasto Serale del Signore, ed è stato osservato in special modo dai Testimoni di Geova, i quali hanno avviato una speciale campagna in tutto il mondo, affinché più persone possibili vi partecipassero. Pochi giorni dopo questo evento, il 25 aprile un Terremoto di magnitudo 7.9 ha raso al suolo il Nepal, causando oltre 8.500 vittime e molti feriti.

Il 1° maggio ha inizio l’EXPO 2015 a Milano. L’esposizione è rimasta attiva fino al 31 ottobre. L’11 giugno 2015, Samantha Cristoforetti ritorna sul suolo terrestre dopo oltre duecento giorni nello spazio. È stata la prima donna al mondo ad aver trascorso più giorni in orbita, affrontando una lunga missione. Passano velocemente i mesi e si giunge fino ad un giorno terribile: il 13 novembre 2015.

Un giorno che passa alla storia come la “strage di Parigi” in cui hanno perso la vita 130 persone, fra cui l’italiana Valeria Solesin. Poche settimane dopo, il 2 dicembre, una strage colpisce anche gli USA a San Bernardino (California) ai danni di un centro per disabili, in cui sono morte 14 persone. L’ultimo grande evento dell’anno sarà il Giubileo straordinario annunciato da Jorge Mario Bergoglio.

Il 2015 è stato un anno davvero molto particolare. A 70 anni dal termine della seconda guerra mondiale, la situazione internazionale non sembra essere cambiata più di tanto. Molte le lotte, molte le guerre, un anno piuttosto particolare e difficile. In molti già si chiedono: "Il 2016 come sarà?"