Uomini e donne di Maria De Filippi regala sempre un'infinita varietà di emozioni. A volte vediamo trionfare il romanticismo altre volte vediamo scontri infernali nell' "arena" di fuoco creata dagli opinionisti ed altre volte ancora, più di rado, rimaniamo delusi senza riuscire a capire cosa è successo.

Manuel

Il giovane tronista è sicuramente il più amato in questo momento, soprattutto perché rimane all'interno del programma, seppur ogni cosa, dentro e fuori di lui, sembra non appartenere a quel contesto.

Dopo la puntata di oggi tutti ci aspettavamo il suo definitivo "addio" ma così non è stato.

Malelingue sostengono che stia improvvisando questo "teatrino della rinuncia" per accattare nuovi consensi e risultare in qualche modo il "buono" della situazione. Resta difficile evidenziare con chiarezza quale sia la verità.

Quest'ultima puntata ci ha lasciato solo con altri dubbi e ulteriori interrogativi. Manuel ha confessato di non sentirsi per nulla a suo agio all'interno del programma. Parimenti è un uomo molto consapevole, sa bene che fuori da quello studio televisivo ci sono migliaia di persone che vorrebbero il suo posto.

Maria De Filippi, che ha in qualche modo sviluppato un'empatia con lui, lo ha invitato a riflettere ancora per qualche giorno al fine di assicurarsi che la decisione che andrà a prendere sarà la più giusta e la migliore per lui.

"Sono venute fuori altre cose che mi pesano ancora di più sulle spalle”, dice Manuel che poi si commuove. “Ti prendi tutti il tempo che hai bisogno”, gli dice Maria. “Non riuscire a terminare Uomini e Donne non è una sconfitta nella vita”.

Cosa gli sta succedendo?

Questa è la domanda che tutte le fan di Manuel si stanno facendo in questi giorni e la risposta è molto più semplice del previsto. Sicuramente Uomini e Donne è un programma televisivo che offre un ampissimo margine di pubblicità e può permettere, se ben utilizzato, di creare una vera e propria carriera per tronisti e corteggiatori una volta usciti dallo "schermo".

La domanda centrale qui è: può un programma come questo essere "galeotto" per un amore vero e non passeggero?

Sembrerebbe che il dubbio più grande per Manuel sia in fondo questo. Quanto si può scommettere in un amore nato in uno studio? Vale la pena se si vuole investire in un lungo futuro e non semplicemente in una "passeggiata pubblicitaria" di pochi mesi o settimane? Insomma: ha senso innamorarsi dentro uno studio televisivo dove il confine tra realtà e finzione è spesso molto labile?

Segui la nostra pagina Facebook!