Nove giornate di campionato e già ben cinque sconfitte, sono questi i numeri del Milan in questo complicato inizio di stagione. Da due giornate a questa parte sulla panchina rossonera si è seduto Stefano Pioli, racimolando solamente un punto in due gare, numeri che la dicono lunga sul momento del Diavolo. In tutto ciò ci si mettono anche alcune prestazioni dei singoli a creare scompiglio nell'ambiente milanista, visto che Suso anche a Roma ha confermato di non meritare una maglia da titolare, dopo l'ennesima prova insufficiente.

Lo spagnolo sembra svogliato

Nel Milan che continua a perdere partite e punti c'è un calciatore che fa sempre più discutere, vale a dire Suso che in questo inizio di stagione sta facendo infuriare e non poco i tifosi rossoneri.

Il mancino ex Liverpool finora è stato sempre schierato in campionato, prima da Giampaolo e ora anche da Pioli, a dimostrazione della fiducia nelle qualità di un calciatore che, al contrario, sembra aver smarrito la strada. La cosa che più preoccupa è la scarsa propensione alla lotta messa in mostra finora, basti pensare che nella rete di Calderoni in Lecce-Milan l'iberico si è fermato e ha addirittura evitato di contrastare il tiro del terzino salentino.

Un immagine ancora impressa negli occhi dei tifosi del Diavolo che a questo punto non ne possono più delle sue prestazioni scialbe e chiedono a gran voce un'esclusione dall'undici titolare, non da ora, ma da diverse settimane.

Nel turno infrasettimanale di giovedì sera Pioli potrebbe finalmente lasciare fuori Suso e magari rilanciare Fabio Borini che, dopo le diverse presenze nella passata stagione con Rino Gattuso, è finito ai margini del progetto rossonero.

L'ex Roma potrebbe dare più garanzie dello spagnolo in quanto è in grado di garantire anche equilibrio in fase difensiva, aiutando così Calabria o Conti che all'Olimpico hanno evidenziato diverse difficoltà ed errori imperdonabili.

Il punto debole del Milan è proprio la corsia di destra, visto e considerato che sia in fase difensiva che offensiva non si riesce ad ottenere i risultati sperati, dunque Pioli deve porre rimedio a questa situazione e sopratutto cercare di ritrovare i tre punti contro la Spal di Leonardo Semplici.

Ricordiamo che i ferraresi sono reduci dall'ottimo pareggio contro il Napoli tra le mura amiche e anche a San Siro arriveranno con il coltello tra i denti, nel tentativo di ottenere punti pesanti in chiave salvezza.

Anche Biglia e Paquetà hanno deluso

Non solo Suso tra i calciatori non all'altezza di questo Milan inguardabile di inizio stagione, anche Biglia e Paquetà sono finiti nel mirino di critica e tifosi.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Nella passata stagione l'argentino era una riserva per Rino Gattuso, mentre il mancino brasiliano era uno dei punti fermi dell'ex tecnico, con un buon rendimento e giocate che spesso si sono rivelate decisive: d'altronde, il Milan è arrivato ad un passo dalla qualificazione in Champions.

La situazione in questo inizio di 2019-2020 è tutt'altro che rosea, dieci punti in nove gare sono una media da retrocessione senza alcun dubbio, come testimoniamo i soli tre punti di vantaggio sul fanalino di coda Sampdoria.

Serve una sterzata al più presto che possa sbloccare mentalmente i calciatori, prima che la stagione prenda definitivamente una piega negativa.

Segui la nostra pagina Facebook!