Un complotto? "Ma de che", è piena la fiducia nell'operato dei magistrati: così il premier risponde alle accuse sollevata dai Verdiniani nei confronti dell'azione della magistratura, che a dir loro stanno attuando un piano discriminatorio e complottistico contro il Pd. Matteo Renzi ribadisce che occorre solo chiarezza e tranquillità e rispetto perl'indagine in corso che ha visto il sindaco ora sospeso di Lodi Simone Uggetti, arrestato dal Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Lodi, per l'ipotesi di turbativa d'asta in relazione all'appalto per la gestione delle piscine comunali scoperte in via di aggiudicazione alla società Sporting Lodi.

Ovviamente al governo fa male questa ulteriore vicenda di cattiva politica, perché impedisce e offusca le cose positive fatte fino ad oraper l'Italia, ma arrivare a parlare di complotto è assolutamenteirrispettoso nei confronti delle istituzioni, quindipiena fiducia nell'operato dei magistrati.

Il caso di Lodi di fronte al CSM

Mentre l'autosospesosindaco di Lodi Simone Uggetti, affrontavaquesta mattina il primointerrogatorio in carcere, la questione di Lodi, finisce anche di fronte al Csm.Il laico del Pd Giuseppe Fanfani chiederà, già domani, l'apertura di una pratica in commissione per verificarei legittimi comportamenti, tenutie i provvedimenti di conseguenza poi adottati. Lo stesso Fanfani definisce il provvedimento adottato nei confronti del sindaco di Lodi "ingiustificato e comunque eccessivo".

In qualche modo le sue dichiarazioni sono in sintonia con la posizione sostenuta dai Verdiniani.

Chi è colpevole paghi

"Chi è colpevole ha aggiunto il premier Matteo Renziè giusto che paghi, ma non si facciano le solite strumentalizzazioni anche suquesto caso.Quindi se ci sono i presuppostidi reato, i giudici devono procedere ed andare avanti fino asentenza.

Affermazioni che sicuramente non faranno che innescare nuovamente quella serie di polemiche già avute nelle scorse settimane, proprio tra il Premier e la magistratura.

Segui la pagina Matteo Renzi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!