In occasione della puntata di Piazzapulita su La7 di giovedì 19 ottobre è intervenuto il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris. Ecco le parti salienti di quello che ha detto.

'A sinistra troppa frammentazione, si parla molto e invece dovrebbero cominciare a fare davvero cose di sinistra'

Dopo aver espresso alcuni duri giudizi sul ruolo delle banche in questa fase ("La politica e il denaro pubblico dovrebbero stare lontani dalle banche; il problema è il paese che crolla, non salvare le banche. Si chiedano i soldi a chi ha rubato, non a tutti gli italiani"), De Magistris è poi intervenuto nel dibattito politico: "Devo fare una premessa: io sono fuori del tutto da questa campagna politica che si avvicina, io sono il sindaco di Napoli ed è faticosissimo.

Il che non significa che io non sia interessato a quello che succede. Questa legge elettorale non aiuta. Il quadro di quello che si trova a sinistra del Pd oggi non è confortevole perché c'è molta frammentazione. Mi piacerebbe che ci fosse prima o poi una sinistra che parla meno di "essere di sinistra" e invece cominci a fare per davvero qualcosa di sinistra, così magari da convincere delle proprie ragioni anche chi non è di sinistra. Io a Napoli non dico molto spesso di essere di sinistra, ma faccio cose che la sinistra da anni dice e che mai ha fatto. Per esempio vorrei che chi si presenta alle elezioni cominciasse a dire che si può governare in modo diverso da come si è fatto in passato: capendo non è assolutamente necessario privatizzare tutti i beni e i servizi essenziali e che si dovrebbe partire dai beni comuni: noi siamo stati l'unica città a applicare il referendum del 2011".

'Alle elezioni prima di scegliere per chi votare voglio vedere candidati e programmi'

A una domanda su chi intende votare alle prossime elezioni politiche, De Magistris ha risposto: "Io vado a votare, ma prima di farlo vorrei vedere gli schieramenti, i candidati e i programmi. La sinistra ancora non si sa, il M5S ha un candidato ma un programma ambiguo su vari punti.

Votare per Renzi? Non penserete mica che sono completamente ubriaco, mi piace la Falanghina ma non arrivo a questo".

'Forte vento di estrema destra. Sinistra e centrosinistra non suscitano fascinazione nel popolo italiano'

Infine rispondendo sul ruolo della destra e di Berlusconi in questa fase, De Magistris ha affermato: "Non riesco a capire se è vero o finto, fa impressione vedere una persona che tutti hanno dato più volte per finito e che invece oggi i sondaggi premiano, dicendo che il centrodestra può essere maggioritario e tornare al Governo.

Inoltre c'è un forte vento di estrema destra che soffia sul paese, tipo Casapound e Forza Nuova, che parlano alla pancia del paese. Per arginare questo vento ci vorrebbe o un M5S affidabile nel Governo e finora però sono stati deboli dove hanno governato, anche se hanno tempo di riprendersi in campagna elettorale. Oppure il centrosinistra dovrebbe rappresentare un qualcosa di nuovo e francamente non credo lo si possa fare scoprendo la capacità di ascolto solo durante la campagna elettorale. Insomma la sinistra e il centrosinistra in questo momento non hanno più il tempo per suscitare fascinazione nel popolo italiano. Meno male che faccio il sindaco di Napoli..."

Segui la pagina Pd
Segui
Segui la pagina Matteo Renzi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!