"Voglio ribadire che noi non abbiamo mai avuto e non abbiamo nulla a che fare con gli Spada. Dispiace che si debba fare una campagna elettorale parlando sostanzialmente del comportamento di una persona che non è una brava persona. Noi combattiamo la mafia a 360 gradi su tutto il territorio nazionale dall'inizio della nostra storia politica". Con queste parole Giorgia Meloni, durante un incontro pubblico tenutosi questa mattina a Pescara, prende le distanze dalla famiglia, ritenuta appartenente alla criminalità organizzata, degli Spada.

La precisazione della leader di Fratelli d'Italia

La doverosa precisazione fatta dalla presidente del partito Fratelli d'Italia è una palese risposta alla polemica insorta nei giorni scorsi, a seguito dell'aggressione subita dai due giornalisti della troupe di Raidue del programma "Nemo Nessuno Escluso".

Subito dopo l'aggressione subita dalla troupe, sono state molteplici le personalità politiche italiane ad attaccare alcuni partiti di destra, come ad esempio quello di Giorgia Meloni, per i presunti appoggi che la famiglia Spada avrebbe garantito al partito di Casapound alle elezioni politiche nel comune di Ostia.

Prima fra tutti è stata la candidata Giuliana Di Pillo (M5S) a puntare il dito contro il partito guidato dalla Meloni, millantando un appoggio al partito di Casapound, a sua volta favorito, pare, da alcuni voti di scambio elargiti dalla famiglia Spada. Non fosse già grave questo genere di affermazione, la Di Pillo ha accusato Giorgia Meloni e il suo partito di essere una sorta di mandante morale dell'aggressione subita dalla troupe Rai.

Per tutta risposta, Casapound ha preso le distanze dalla famiglia Spada e, anzi, indica il M5S come vicino al clan degli Spada. A questo punto è intervenuta la sindaca di Roma Virginia Raggi, dichiarando che il Movimento 5 Stelle non ha bisogno dei voti del clan Spada e che sono quindi sgraditi.

La Meloni minaccia di querelare la grillina di Pillo

Giorgia Meloni ha ovviamente risposto minacciando querela nei confronti della grillina Giuliana Di Pillo, dichiarando la sua totale estraneità ai motivi che hanno causato l'aggressione della troupe Rai e anzi dichiarando che lei e il suo partito niente hanno a che vedere con questi personaggi, che in passato hanno spesso espresso simpatia nei confronti del Movimento 5 Stelle.

Virginia Raggi, invece, nei giorni scorsi ha scritto un articolo sul sito di Beppe Grillo, dall'eloquente titolo "I voti degli Spada non li vogliamo", in cui esprime la sua ferma distanza da tutti i fatti avvenuti nei giorni scorsi, e allontanandosi anche dalle parole della compagna di partito Di Pillo, sostenendo che negli anni il XI municipio è stato governato in modo ameno sia dai partiti di destra che da quelli di sinistra.

Segui la pagina M5S
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!