Nella serata di questo 16 ottobre Matteo Renzi è intervenuto nella trasmissione "DiMartedì" su La7 in uno dei suoi primi interventi televisivi da alcune settimane a questa parte, a pochi giorni dall'inizio della kermesse della "Leopolda". Il senatore fiorentino, già segretario nazionale del Pd ed ex Premier si è soffermato su diversi aspetti di attualità Politica. Vediamo le parti salienti di quello che ha detto.

Pubblicità
Pubblicità

Matteo Renzi: 'Manovra favorisce speculatori, chi paga le conseguenze è la povera gente'

Renzi ha esordito dicendo: "La Manovra economica favorisce gli speculatori, ovvero quelli che scommettono contro il nostro Paese e sul nostro downgrading. Se invece il Paese è solido gli speculatori sono fermi. Le dichiarazioni Salvini e Di Maio senza volerlo hanno aiutato gli speculatori, lo hanno fatto a loro insaputa.

Pubblicità

Aumentare il debito per agevolare la crescita potrebbe anche stare in piedi, il punto non è il 2,4% in sé, ma il fatto che questi fanno delle misure che non sostengono la crescita: il reddito di cittadinanza, la Quota 100 e il condono non fanno gli interessi di chi lavora. Ci avviciniamo più al Venezuela che alla Germania. Chi paga le conseguenze è la povera gente. (...) Loro aumentano il deficit ma non danno soldi alle imprese, loro abbassano le Tasse per 800 milioni ma al tempo stesso le alzano di 6 miliardi: il differenziale è di +5,2 miliardi di tasse (...) Con il mio Governo invece siamo passati da una crescita negativa del PIL a una positiva.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Tasse

Quello che noi avevamo promesso lo abbiamo sempre mantenuto: noi non abbiamo mai promesso la Luna, non abbiamo certo detto di abolire la povertà: Di Maio lo ha fatto e sarebbe da chiamare il 118. Non hanno neanche mantenuto la promessa di dare il reddito di cittadinanza per tutti".

Poi l'ex Premier ha proseguito: "Salvini non è interessato a passare l'esame dell'Europa ma solo a fare polemica. Il paese sta andando a sbattere perché questi non fanno due più due.

Dicendo che fanno il condono, di fatto affermano che chi paga le tasse è scemo: questo è diseducativo, non aiuta i conti pubblici e mi fa schifo. (...) Dare 80 euro a chi lavora significa permettere a un metalmeccanico di arrivare a fine mese, questi invece danno soldi a chi non lavora e sta sul divano. (...) Salvini aveva promesso a tutti la Flat Tax al 15%, invece oggi dice che nel 2019 solo 1 milione di italiani pagheranno il 15% di tasse.

Pubblicità

Peraltro la norma che aiuta le Partite IVA portando la loro tassazione al 15% in realtà l'ha fatta il mio Governo nel 2014 (...) Si deve rispettare il popolo e i cittadini che votano liberamente: loro sono maggioranza, ma anche se noi avessimo l'1,7% rivendico il diritto di dire che non dare la mensa ai bambini migranti è una vergogna: alcuni valori valgono più dei sondaggi (...) Chi potrebbe guidare il PD? Lo dirò al Congresso".

Pubblicità

Renzi: 'Lega e M5S hanno detto bugie agli italiani; noi non torniamo al Governo in questa Legislatura'

L'ex segretario nazionale del PD ha poi aggiunto: "Io non ho copiato i populisti, ho scelto la serietà. E' evidente che di fronte alla realtà tutti gli opinionisti oggi sono costretti a vedere che noi non siamo uguali a questo Governo. A forza di attaccare me una parte della sinistra ha aiutato Salvini. (...) Dopo la caduta del ponte di Genova il Governo ha promesso di non farlo ricostruire ad Autostrade, io credo che sia giusto invece che lo ricostruiscano loro a pagandolo fino all'ultimo centesimo: solo dopo eventualmente gli togli la concessione. Invece da 60 gironi è ancora tutto uguale. (...) Io spero che il Governo Conte-Salvini-Di Maio faccia anche meglio di noi, ma mi pare che vadano nella direzione sbagliata. Ha più ragione la Fornero che Salvini, bisogna avere il coraggio di dirlo. (...) Non ho mai detto né scritto su Twitter che il Governo non dura fino a Capodanno, ho invece detto che stanno imboccando la strada sbagliata sul piano economico. Hanno detto delle bugie agli italiani in campagna elettorale. Questa maggioranza ha dei numeri per i quali il PD in questa Legislatura non torna al Governo neanche moltiplicando pani e pesci. E' la matematica che lo dice. (...) Noi presenteremo con Padoan una proposta alternativa di Manovra che dimezzerebbe lo Spread e che abbasserebbe le tasse, anche se temo che non la accetteranno. Anziché fare il reddito di cittadinanza, abbassino le tasse alle famiglie".

Infine Matteo Renzi ha affermato: "Del passato abbiamo già parlato e su esso i cittadini hanno messo una pietra tombale. (...) Io non sono candidato al Congresso del PD. Ho già vinto due volte le Primarie e in entrambi i casi mi hanno fatto la guerra dal giorno dopo. Minniti? Zingaretti? Richetti? Boccia? I cittadini potranno scegliere un altro: non me. Ma per fortuna c'è ancora qualcuno che non pensa che abbiamo fatto schifo: alla Stazione Leopolda nasceranno dei comitati civici di impegno contro il Governo. Non lasceremo il futuro nelle loro mani".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto