Nella puntata di questo mercoledì 7 novembre della nota trasmissione radiofonica "Un giorno da pecora", in onda su Radio Uno e condotta da Geppi Cucciari e da Giorgio Lauro, è intervenuto il senatore di Fratelli d'Italia Ignazio La Russo, ex ministro della Difesa, il quale si è soffermato su alcuni aspetti di attualità Politica. Vediamo le parti salienti di quello che ha affermato.

La Russa: 'Salvini non ha nulla a che vedere con Mussolini, più a sinistra dei 5 stelle non c'è nessuno'

Una domanda dei conduttori si è in particolare soffermata sulla possibile idea che questo Governo sia "fascista", ma su questo La Russa ha detto molto esplicitamente: "Sono complimenti che non merita. Volete far rigirare nella tomba Mussolini? (...) Tutto ciò che proviene come insulto dalla sinistra per me è un complimento.

Pubblicità
Pubblicità

Se per fascismo si intende amor di patria e indipendenza della propria nazione va bene, se invece si intendono le leggi razziali e l'assenza di democrazia allora non sono fascista".

E riguardo al fatto che qualcuno paragona Matteo Salvini a Mussolini, il senatore ha affermato: "A me non lo ricorda affatto". Mentre il festeggiamento dei 5 Stelle sul balcone di Palazzo Chigi di qualche settimana fa è stato paragonato a "una sfilata sulla piazza rossa: più di sinistra dei 5 Stelle non c'è nessuno, almeno come impostazione: poi lì dentro ci sono persone di destra".

Pubblicità

La Russa: 'Nel PD ci sono alcuni di destra, ma non sono Minniti e Renzi; fascisti e comunisti non ci sono più'

Il vicepresidente del Senato La Russa ha poi espresso alcune considerazioni generali: "Sono molto amico personalmente, anche se non politicamente, di Paola Taverna. Sono stato tanti anni alla Camera, in tre o quattro volte mi sono molto arrabbiato. Oggi invece i senatori "vorrebbero ma non possono": la sinistra non è abituata a fare opposizione dura, ha sempre fatto consociativismo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica M5S

Negli ultimi vent'anni non hanno mai fatto cose drammatiche per opporsi ai vari Governi".

Prima di aggiungere: "Nel PD di destra qualcuno c'è, ma non dirò chi perché non voglio rovinarli, comunque si parla di esponenti delle retrovie. Minniti non lo è invece, lui è un furbacchione che ha capito di dover dare almeno una parvenza di risposta al problema dell'immigrazione, che invece per gran parte della sinistra non esiste.

Renzi invece è democristiano, ci sono molti centristi lì dentro".

La Russa ha poi concluso affermando: "In Italia i comunisti non ci sono più e i fascisti neanche: ci sono invece persone che la pensano in modo fra loro diverso sulla storia dell'Italia".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto