Non c’è pace per i cantautori italiani in ucraina. Dopo l’inserimento di Al Bano nella lista nera delle persone sgradite, avvenuto soltanto pochi giorni fa, stavolta è il turno di Toto Cutugno finire nel mirino delle autorità di Kiev in quanto ‘amico’ del presidente russo Vladimir Putin, loro acerrimo nemico. A dare la notizia in Italia è stata l’agenzia di stampa Ansa che ha ripreso il contenuto di un documento firmato da alcuni parlamentari ucraini e pubblicato in esclusiva dal sito economistua.com.

Pubblicità
Pubblicità

In pratica, alcuni membri del parlamento di Kiev hanno chiesto ufficialmente al capo dei servizi di sicurezza di non permettere l’ingresso nel loro Paese a Toto Cutugno, considerato persona sgradita e pericolosa a causa delle sue presunte posizioni filorusse.

Cutugno amico di Putin come Al Bano

In Ucraina, lo ricordiamo, da alcuni anni è in corso una guerra a bassa intensità tra filo governativi e filo russi per il controllo della regione del Donbass.

Pubblicità

Per questo chiunque sia solo sospettato di avere simpatie per il nemico Putin viene immediatamente preso di mira. È già stato il caso, come detto, di Albano Carrisi, il mitico Al Bano, re della canzone italiana, bollato come persona sgradita e inserito nella lista nera dei simpatizzanti del presidente russo. Ora tocca ad un altro storico rappresentante della musica leggera italiana, da sempre, come Al Bano, amatissmo nei Paesi dell’est Europa. Stiamo parlando ovviamente di Toto Cutugno per il quale alcuni parlamentari ucraini hanno chiesto l’ostracismo a vita dal Paese.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Albano Carrisi

Toto Cutugno ‘agente della guerra russo in Ucraina’

Secondo quanto riporta l’Ansa, infatti, un gruppo di membri del parlamento di Kiev avrebbe chiesto ufficialmente al capo dei servizi di sicurezza Vasily Gritsak, attraverso una lettera pubblica, di non permettere l’ingresso in Ucraina a Toto Cutugno, in quanto l’indimenticabile autore de L’italiano avrebbe delle pericolose posizioni politiche filorusse.

A confermare la notizia alla nostra agenzia di stampa è stato, attraverso una telefonata, uno dei parlamentari autori dell’iniziativa, Viktor Romanyuk, il quale ha confermato il contenuto di un articolo pubblicato dal quotidiano locale economistua.com. La testata online ucraina ha, infatti, pubblicato la foto del documento, redatto dai parlamentari in data 14 marzo, in cui si chiede esplicitamente di prendere provvedimenti contro “l’agente della guerra russo in Ucraina e amico di Putin” che risponde al nome di Toto Cutugno.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto