Il giornalista gad lerner finisce nuovamente al centro della bufera social per una frase pronunciata durante la trasmissione Le parole della settimana, condotta da Massimo Gramellini e in onda su Rai 3 tutti i sabato sera. Lerner, infatti, si dichiara assolutamente favorevole all’accoglienza di migranti e rom nelle città italiane, ma non nei quartieri ricchi come quello dei parioli a Roma perché, sostiene, lì gli immobili costano troppo e nessuno si sognerebbe mai di destinarli all’accoglienza dei poveri.

Lo scivolone del giornalista di origini libanesi è dovuto al confronto avuto in trasmissione con il collega Federico Rampini, fresco autore del libro La notte della sinistra, e divenuto ultimamente severo rampognatore di quella parte Politica a cui lui stesso appartiene.

Le accuse di Federico Rampini alla sinistra: ‘Diventata il partito dello straniero’

È da un po’ di tempo ormai che il giornalista italiano, ma con doppio passaporto Usa e residente a New York, Federico Rampini, sta facendo il giro dei talk show allo scopo di pubblicizzare la sua ultima fatica letteraria che ha per tema la crisi della sinistra italiana.

Forse è per questo che Rampini si è messo a rampognare così duramente quelli che dovrebbero essere i suoi sodali politici. Anche sabato scorso, ospite di Gramellini, il giornalista con gli straccali si è reso protagonista di un durissimo j’accuse contro la sinistra che “ha smesso da tempo di occuparsi dei penultimi, italiani poveri” e “pur di fare opposizione al governo incarica, è diventato un po’ il partito dello straniero”.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Pd

Dimostrazione, secondo Rampini, sarebbe il fatto che i rappresentanti della sinistra italiana negli ultimi tempi hanno applaudito tutto quello che fa o dice il presidente francese Emmanuel Macron, “prendendo per buona la favola del presidente europeista” che invece, su temi come l’immigrazione, si comporta da “sovranista puro” e “sta facendo delle porcherie” in Libia. Sinistra che “applaude anche tutte le bacchettate che arrivano” dal presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker.

Insomma, secondo Rampini ormai la sinistra è vista come “il partito che sta sempre per gli stranieri contro chi governa l’Italia” ed è “inaccettabile” che difenda le politiche di austerity, il Fondo Monetario Internazionale e le agenzie di rating.

La risposta di Lerner: ‘Nessuno mai penserebbe di destinare un locale del centro all’accoglienza dei rom’

Una critica talmente feroce alla odierna sinistra da lasciare senza parole sia il conduttore Gramellini che l’altro ospite Gad Lerner.

Ma il colpo di scena arriva poco dopo, quando si torna a parlare di accoglienza. “Forse non mi sono spiegato - prosegue nella sua analisi Federico Rampini - non stavo difendendo la cacciata dei rom (il caso di Casal Bruciato a Roma ndr) che avevano un diritto in quel caso. Sto dicendo che guarda caso queste storie terribili accadono soltanto nei quartieri popolari, non ai Parioli dove ormai il Pd prende voti, non è ai Parioli che ci sono questi problemi di convivenza tra poveri, se la sinistra prende voti ai Parioli ci sarà una ragione”.

L’ennesima mazzata tirata da Rampini alla sinistra risveglia come d’incanto dal torpore Gad Lerner. “Giusto - risponde inizialmente un po’ spaesato - ma il problema è che ai Parioli e nelle altre zone dei centri cittadini, un edificio, un locale, ha un tale valore immobiliare che nessuno mai penserebbe di destinarlo all’accoglienza dei richiedenti asilo o dei rom”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto