La scrittrice di origini sarde, michela murgia, rifiuta con sdegno di rilasciare un’intervista ad un giornalista non appena viene informata che è un collaboratore di Quarta Repubblica (guarda il video qui sotto), il talk show di Nicola Porro in onda tutti i lunedì su Rete 4. Ma il conduttore non la prende per niente bene. Pubblica un breve video sul suo sito personale (nicolaporro.it) e su Youtube per accusarla apertamente di essere una “ignorante” e di voler vestire i panni della “nuova Boldrini”.

Pubblicità

Una polemica furiosa sulla quale si getta come un avvoltoio mediatico Matteo Salvini. Il leader della Lega pubblica a sua volta un post sul suo profilo Facebook per attaccare tutti gli “intellettuali radical chic” come la Murgia che, a suo modo di vedere, “non si smentiscono mai” perché sono “primi al mondo per spocchia”.

Nicola Porro all’attacco della Murgia: ‘Un’ignorantona questa’

Murgia, la nuova Boldrini”. Si intitola proprio così il video di circa tre minuti che Nicola Porro carica sul suo sito internet.

“Dovete sapere che Michela Murgia è una scrittrice, ma soprattutto è una donna molto, ma molto, ignorante - parte subito in quarta Porro - Un’ignorantona questa Michela Murgia. Noi di Quarta Repubblica abbiamo provato ad intervistarla sulla questione dei migranti - racconta poi in modo sempre più concitato - Lei si è avvicinata alla telecamera, ha fatto inizialmente finta di accettare la nostra intervista, ma quando ha sentito che era il programma di Nicola Porro non ha partecipato. Noi lo abbiamo fatto vedere questo spezzone in cui lei era disgustata, non da Quarta Repubblica, che non conosceva, ma da Nicola Porro (mostra il video in cui la Murgia, scappa via non appena sente il succitato nome ndr).

Pubblicità

Lei poi dopo, in un post su Instagram, ha detto che faccio parte di quei disonesti intellettualmente. Questa ignorante, eppure scrive, l’ignoranza è anche nella testa non soltanto nella grammatica, ignora ovviamente cosa scrivo, cosa dico, come è fatta Quarta Repubblica, ma mi associa a un giro di persone che lei evidentemente considera fasciste”.

‘Cara signora Murgia, quelli che non la pensano come te non sono fascisti’

“Quindi io le sono anche grato perché lei, essendo totalmente ignorante, non ha usato il vocabolo che lei usa sempre per quelli che non la pensano come lei, cioè fascista - rincara la dose un Nicola Porro sempre più fuori di sé dal livore - Cara signora Murgia, quelli che non la pensano come te non sono disonesti intellettualmente, fascisti, nazisti, antisemiti, negazionisti.

Pensarla diversamente dalla Murgia non vuol dire essere dei reietti dell’intelligenza umana. Siccome qualche marchetta l’ha fatta in tv a Rai 3, l’espertona ci spiega come si fa televisione. Ma che ne sai - conclude alzando ulteriormente la voce - io sono stato una vita da Santoro dove erano tutti contro di me, ma ci si va. Perché non sei andata a Torre Maura a confrontare le tue idee di accoglienza? Montagna di presunzione tipica di voi ignoranti che vi confrontate che vi vedete tra di voi e vi confortate come in una fila di ubriachi”.

Pubblicità