È durato poco meno di mezz'ora l'incontro fissato a palazzo Chigi tra Luigi Di Maio e Nicola Zingaretti. In agenda gli accordi da definire e successivamente comunicare al Presidente della Repubblica in virtù del secondo giro di consultazioni previsto per la giornata di domani. Al termine di questo vero e proprio incontro lampo nessuno dei due leader politici ha deciso di rilasciare dichiarazioni ufficiali ai molti cronisti appostati fuori dalla sede della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ma le informazioni sono comunque trapelate attraverso canali ufficiosi.

Dovremmo trovarci di fronte a un passo in avanti per la formazione di un nuovo Governo: prende quota l'ipotesi Conte-bis

L'esito del vertice, durato all'incirca una ventina di minuti, dovrebbe aver portato, secondo la maggioranza degli organi di informazione, ad aumentare considerevolmente le probabilità che Giuseppe Conte sia confermato come Presidente del Consiglio. Sarebbero quindi state accolte le richieste del Movimento Cinquestelle, che ha posto sin dalle prime trattative la condizione che a guidare un eventuale esecutivo "giallo-rosso" fosse l'attuale Presidente del Consiglio dimissionario, come segnale di continuità. Per Luigi Di Maio, secondo l'Huffington Post, si profilerebbe nuovamente un ruolo da ministro.

Mattarella avrebbe ricevuto le indicazioni sui progressi compiuti e nel frattempo ha diramato il calendario delle consultazioni

Mentre Giuseppe Conte arriverà in serata a Roma, reduce dal vertice del G7 di Biarritz in Francia, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto l'esito delle decisioni del vertice a due tra Luigi Di Maio e Nicola Zingaretti.

Il Quirinale in giornata ha anche reso noto il calendario delle consultazioni ufficiali. Si terranno martedì 27 e mercoledì 28 agosto, con uno schema che ripeterà quello adottato la settimana scorsa. Si partirà quindi domani alle 16:00 con la Presidente del Senato Elisabetta Casellati, seguita alle 17:00 dal Presidente della Camera Roberto Fico.

Alle 18:20 ed alle 18:40 saranno invece ricevuti i componenti dei gruppi misti di Senato e Camera dei Deputati.

Dopodomani potrebbe essere una giornata decisiva per comprendere se Partito Democratico e Movimento Cinquestelle riusciranno a trovare un accordo definitivo. Il Presidente della Repubblica infatti riceverà nell'ordine i parlamentari di Liberi e Uguali alle 11:00, seguiti alle 12:00 dai colleghi di Fratelli d'Italia. Nel pomeriggio sarà la volta delle delegazioni più importanti: il Pd alle ore 16:00, alle 17:00 Forza Italia e alle 18:00 la Lega. Chiuderà il giro la rappresentanza pentastellata alle ore 19:00.

Segui la pagina M5S
Segui
Segui la pagina Pd
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!