Il taglio dei parlamentari è stato accolto come un trionfo dal Movimento Cinque Stelle. Da tempo i grillini avevano nella riduzione del numero dei rappresentanti in Senato e Parlamento una sorta di chiodo fisso. Chi, invece, si è scagliato contro i pentastellati è stato Vittorio Sgarbi che, da ospite de L'aria che tira, ha avuto modo di tornare sull'argomento. Nell'occasione, in maniera scherzosa o forse neanche troppo, ha proposto alla conduttrice Myrta Merlino di provare a diventare parlamentare.

La trasmissione tra l'altro si era aperta con l'incipit della giornalista che aveva sottolineato come i parlamentari siano, al momento, talmente inutili da essere finiti per tagliarsi da soli.

Myrta Merlino dura con i parlamentari sulla base dei sondaggi

Tra i più duri in Parlamento a esprimersi sul taglio dei parlamentari era stato proprio Vittorio Sgarbi. Nel suo intervento, senza mezzi termini, aveva parlato di stupro dell'istituzione, richiamando alla memoria addirittura Mussolini quando ridusse i membri del Parlamento.

Unico precedente nella storia. Allo stesso modo aveva parlato di "ricatto" sulla base del fatto che era stato scelto il voto "palese", destinato a far andare le votazioni in una maniera diversa da come sarebbe andata se, invece, fosse stato segreto. In apertura di puntata Myrta Merlino ha scelto di fare riferimento proprio alle parole del deputato: "Probabilmente Sgarbi ha ragione. In molti hanno votato contro la propria conoscenza".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica M5S

"La vera domanda - ha evidenziato la giornalista - non è se è giusto o sbagliato ridurre i parlamentari. La domanda è: perché abbiamo tagliato i parlamentari?". La risposta, secondo la conduttrice, la risposta si trova in una tabella della Demos in cui si fa la classifica di ciò di cui gli italiani si fidano. "Il Parlamento - afferma, leggendola, Myrta Merlino che i partiti sono le istituzioni in cui gli italiani hanno meno fiducia.

Meglio di loro persino le banche". L'ultimo atto fa scattare, secondo la giornalista, un inevitabile conclusione: “Tutti inutili alla stessa maniera, tanto inutili da tagliarsi da soli".

Sgarbi propone l'ingresso in Parlamento a Myrta Merlino

Mentre, in studio, si anima il dibattito, però, Myrta Merlino si lascia andare ad una considerazione sulla sua posizione: "Faccio la giornalista". A quel punto Vittorio Sgarbi, con un pizzico di ironia, la invita a prendere in considerazione l'ipotesi di intraprendere una nuova carriera “Vieni in Parlamento: c'è spazio.

Li abbiamo ridotti. Mandiamo fuori dieci co... e prendiamo te". La conduttrice, prima di variare il focus del discorso, sembra gradire e si lascia andare ad una battuta: Questa è carina. Valgo dieci".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto