La trasmissione di La 7 Coffee Break ha dedicato un ampio spazio agli ultimi sondaggi relativi al gradimento che i potenziali elettori hanno nei confronti delle forze politiche e alla fiducia che nutrono rispetto ai leader di ciascun partito. I dati registrati da Termometro Politico risultano particolarmente positivi per la Lega e Matteo Salvini, che vedono incrementare i propri numeri. Un dato di fatto importante che arriva in una fase in cui le pagine politiche si occupano prevalentemente della manovra finanziaria, in cui l'attuale governo gioca a carte scoperte per via della necessità di far quadrare i conti in base alle esigenze e alla direzione strategica intrapresa.

Salvini prova a fare il vuoto nella fiducia, Conte davanti agli altri alleati

La rilevazione relativa alla fiducia nutrita nei confronti dei leader politici vede svettare Matteo Salvini davanti a tutti. Ipotizzando una torta che vale il 100%, la fetta di elettori che nutre maggiore fiducia in Matteo Salvini è più grande rispetto a quella di tutti gli altri, visto che vale esattamente il 34,7%, con un considerevole margine nei confronti della seconda posizione, occupata dall'attuale premier Giuseppe Conte (fermo al 13,7%).

Al terzo posto c'è Nicola Zingaretti (11,7%), al quarto Giorgia Meloni (8,9%), al quinto Matteo Renzi (7,3%), al sesto Di Maio (6,8%), prima di Berlusconi (4,5%). Il dato più rilevante, al di là del primato del numero uno della Lega, è che il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte stia saldamente davanti agli alleati della maggioranza giallorossa.

Lega sempre meglio

Termometro Politico ha, naturalmente provveduto anche a fare delle rilevazioni alle intenzioni di voto in caso di eventuali elezioni politiche.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Salvini M5S

La Lega resta ancora saldamente oltre il 30% e non di poco. Il Carroccio vale addirittura il 35,2%. Un numero che è quasi doppio rispetto a chi sta dietro, ossia il Partito Democratico con il 18,9%. Al terzo posto, invece, c'è il Movimento Cinque Stelle con il 17,1%, seguito da Fratelli d'Italia con l'8,2%; seguono Italia Viva al 5,6%, il 5,6% di Forza Italia, 1,9% di Sinistra, 1,5% dei Verdi 1,3 di Siamo Europei, 1,2% di +Europa e l'1% del Pc. Il dato che, però, fa maggiormente sorriderei il centro-destra è probabilmente quello della coalizione che, verso ipotetiche elezioni, andrebbe accreditata di un lusinghiero 49% che, se confermato dalle urne, rappresenterebbe un trionfo. L'unica possibilità data dai numeri, al momento, per i blocchi contrari è che centro-sinistra, Italia Viva e Movimento Cinque Stelle finiscano per formare un'unica coalizione che, ad oggi, sarebbe comunque al di sotto del 45% e che non appare certo solidissima.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto