Alcuni bambini di circa 3 anni hanno eseguito il disegno delle sardine per la dimostrazione pubblica avvenuta in piazza De Ferrari il 28 novembre passato a Genova. La Lega indignata ha avviato un'inchiesto sul comportamento delle maestre che hanno fatto realizzare ai bimbi il dipinto sulle sardine. Ad avallare la denuncia gli esponenti del centrodestra Marta Brusoni e Lorella Fontana, che hanno inoltrato un'interrogazione sull'argomento in Consiglio comunale.

Sotto inchiesta il disegno delle sardine

L'asilo nido sito in vico Rosa a Genova è al centro della disputa tra la Lega e il Consiglio comunale, sotto inchiesta il disegno delle sardine eseguiti dai bimbi di meno di 3 anni. Un'attività di laboratorio che non è andata giù agli esponenti politici del Consiglio comunale e della Lega, tanto da richiedere nell'immediato che sia fatta luce sul comportamento poco professionale della dirigente che gestisce la struttura scolastica. L'asilo in questione appartiene al Comune, ed è stato regolarmente concesso in gestione alla cooperativa sociale Mignanego attraverso un bando pubblico risalente al 2015.

Quanto sapeva il Comune sul disegno delle sardine?

Le maestre gestiscono l'attività su cui lavorano i bambini, comunemente chiamata attività di laboratorio, la questione è capire quanto il Comune sia coinvolto nell'autorizzazione che le maestre hanno richiesto prima ai genitori dei bambini, poi al Comune per avviare il progetto che vedeva implicati in primo piano i bambini che hanno eseguito i lavoretti sulle sardine.

A rispondere all'interrogazione disposta sulla materia è stato l'assessore alla Cultura Barbara Grosso. E, non come ci si aspettava il vicesindaco Stefano Balleari. La quale, ha chiarito che il nido concesso in gestione attraverso l'assegnazione di un regolare bando pubblico è stato sottoposto a un controllo continuo da parte del Comune, come la prassi richiede, infatti, l'ultimo monitoraggio è avvenuto nella primavera del 2019, dove è stato confermato l'adeguato svolgimento dei progetti pedagogici.

Barbara Grosso ha spiegato che il Comune in merito alla questione sul disegno delle sardine ha predisposto una convocazione dei responsabili della cooperativa, al fine di chiarire l'esatta dinamica dei fatti. In merito al dibattito, la Lega ha sollecitato una commissione che si esprimi sull'attività di laboratorio fatta eseguire dai bimbi.

Rammentiamo che il fenomeno delle Sardine non è un vero movimento, ed è nato al solo scopo di controbattere la Politica della Lega. Ecco perché le sardine si radunano colmando le piazze contro gli ideali seguiti dal Carroccio. Dando l'idea di un popolo che nuota contro corrente.

Difatti, si definiscono come un "fenomeno" tutto italiano, e non dovrebbero seguire un vero e proprio modello politico.

.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!